Dichiarazione di Bucalo ed Amata in merito alle prossime elezioni amministrative a Barcellona

“In merito alle prossime elezioni amministrative che si terranno a Milazzo e Barcellona, Fratelli d’Italia ha fortemente propugnato – e ottenuto- che le forze interne al centrodestra si confrontassero, per giungere ad una condivisione totale di programmi e candidati da proporre alla cittadinanza”, così i deputati di FdI On. Elvira Amata -capogruppo all’ArS- e On. Ella Bucalo -parlamentare alla Camera-.

“Ancora ieri sera abbiamo avuto modo di interfacciarci con i colleghi chiamati a rappresentare le rispettive forze politiche della coalizione, certi che presto ci saremmo aggiornatati per proseguire il dibattito a riguardo. Pertanto, scoprire oggi che gli Onorevoli Calderone e Catalfamo hanno già espresso pubblicamente una posizione netta, indipendentemente da quanto emerso sino ad ora dai confronti, appare quantomeno sorprendente, nell’accezione peggiore.

Gli intendimenti programmatici che abbiamo affrontato insieme anche al coordinatore provinciale del Carroccio Francilia e all’Assessore Grasso, non sembrano condivisi dai due capogruppo all’Ars di Lega e Forza Italia che, infatti, si sono lanciati in dichiarazioni assolutiste che non rispondono affatto all’espressione del sentimento della coalizione nel suo insieme e, a quanto emerso fino ad ora, nemmeno a quello dei loro partiti di riferimento.

Ci preme chiarire che non esiste da parte nostra alcun pregiudizio nei riguardi dell’avv. Calabrò e del dr. Maisano, ma riteniamo essenziale che siano rispettati i principi del dialogo e della condivisione che sono ovvi all’interno di un gruppo nel quale coesistono diverse anime, le quali ad ora si sono spese per addivenire alle decisioni il più ampiamente condivise. Decisioni che passano, ovviamente, in primis dal disegno di un percorso progettuale e, solo poi, alla scelta di chi, tra i nomi possibili, si riterrà comunemente incarni nella maniera più completa e adeguata quel progetto.

È importante per noi tutti e per la comunità, che i colleghi deputati facciano chiarezza tanto da non lasciar dubbi circa le intenzioni di Lega e Forza Italia, poiché se si è trattato di un fraintendimento prontamente andrà rettificato; diversamente si procederà per strade diverse come appare obbligato laddove il nostro modus operandi non è nè mai sarà quello di accettare passivamente imposizioni che bypassano il dialogo e il confronto che sono sottintesi laddove vi sia una coalizione degna di questo nome”, concludono.