Il Movimento delle Api risponde a Conte

Aspettavamo la risposta del Ministro per il Sud Provenzano invece  è arrivata la risposta dell’Avvocato dei Bugiardi – a stretto di giro di presentazione, arriva la risposta di Manaò Emilio Leader del Movimento delle Api.
Il Movimento  fondato da più di un mese dallo stesso Manaò e che sta trovando ostacoli nel suo percorso colpa della vecchia egemonia che con un progetto pirata partito da Palermo sta creando confusione  per emergere dalle ceneri politiche in cui molti loro esponenti si trovano,  quando noi ci faremo sentire al Popolo direttamente da Catania. Molto probabilmente questo neo piano per il sud che arriva puntualmente in periodo elettorale dopo  quello di Gentiloni se addirittura  non è il suo copia ed incolla arriva come una prese in giro, poiché creato da persone senza arte ne parte che dai palazzi romani vogliono e pretendono di decidere  in casa dei Siciliani senza bussare dalla porta principale . 100 miliardi di che cosa? C’è lo faccia chiaro Sig. Conte dello stivale. E tutti quelli persi  dove sono finiti? Il Governo Conte prima di fare i Conti sbagliati deve restituire tutte le tasse che finora ha dimenticato di liquidare alla Sicilia altro che  100 miliardi, la cifra del debito che l’Italia ha nei confronti della Regione Siciliana è molto superiore e potrebbe superare più di 2500 miliardi di euro per dire poco. Sig. Conte dello Stivale il Piano per la Sicilia, la Regione Siciliana è in grado di farselo da solo se solo il Governo Italiano pagasse il debito e rispettasse ogni vincolo  ed ogni applicazione dello statuto autonomo che troppe volte il Governo Italiano dimentica. Insegni al suo Ministro Provenzano che proviene da un Paese il cui consiglio comunale è stato sciolto per infiltrazioni mafiose, insegni che si deve bussare ed entrare dalla porta principale quando si fanno riforme per il Sud e per la Sicilia. Glielo dica che si sta comportando come un cameriere politico al servizio del nord e dei palazzi romani ed al servizio della vecchia egemonia pronta ad imporre, promettere  solo per convenienza ed accattonaggio elettorale .
A questo sedicente Piano Sig. Conte delllo Stivale  si deve rimettere mano, le priorità per la Sicilia si stabiliscono in Sicilia . Spero che le sia chiaro .Ci faremo presto sentire, si ricordi del Movimento delle Api lo tenga bene in mente  ma eviti la confusione con sedicenti Movimenti che prendono ordine dai palazzi romani e dalla vecchia cancrena politica; una cancrena  che vuole riciclarsi tenendo ancora in mano  le redini salde  di una Regione che invece merita il suo pieno sviluppo e la sua piena rigenerazione allontando politici e politicanti della vecchia egemonia, partitocrazia e movimentocrazia il più delle volte sotto l’occhio della magistratura, connessi con il malaffare, con l’opportunismo  e con un ego smisurato che preferisce guardare all’interesse personale più che all’interesse di tutto il popolo siciliano. Queste persone nulla hanno a che vedere con la Sicilia, anzi l’hanno già compromessa,  se ne guardi bene, hanno cominciato ad avviare il riciclo politico da Palermo in questi giorni, ma nulla hanno a che vedere con la rigenerazione politica  che sta lanciando  l’unico vero Movimento delle Api fondato da Emilio Manaò che ne è il Leader.