Palermo: Omaggio a Fellini, “Il Casanova” al De Seta

Venerdì 21 febbraio al cinema De Seta l’associazione Lumpen presenterà il Casanova di Federico Fellini, considerato pressoché unanimemente l’ultimo capolavoro del grande regista riminese. La proiezione è proposta dalla Lumpen nell’ambito di un omaggio più ampio dedicato a Fellini per il centenario della nascita, che comprenderà altri titoli e la presenza di numerosi ospiti. Il Casanova fu diretto dal Maestro nel 1976, due anni dopo il successo internazionale di Amarcord, premiato con l’Oscar nel ’75. Il celebre avventuriero veneziano viene riletto da Fellini con uno sguardo tutt’altro che benevolo, considerato come quasi un ciarlatano, un personaggio millantatore che riassume in sé buona parte dei difetti, anzi dei mali, che si ritroveranno negli italiani dei due secoli a venire. A cominciare dal mito del seduttore irresistibile, dominatore di tutte le donne che il veneziano incontra, una figura, questa, che il regista non nasconde di detestare e nella quale identifica un erotismo malato e infantile, fasullo e perfino funereo. Di fatto Giacamo Casanova non fu questa ” macchietta tragica ” che il film racconta, fu anche molto altro, a cominciare dallo scrittore che ha lasciato alla letteratura italiana pagine di indubbia bellezza, come per esempio nelle “Memorie di Casanova” scritte da lui medesimo. Il Casanova è anche una celebrazione del grande artigianato italiano, delle straordinarie maestranze che ancora ( per poco ) erano una preziosa risorsa del nostro cinema. La luce meravigliosa, raffinata, che esalta i dettagli con incredibile maestria è di Giuseppe Rotunno, i costumi,sfarzosi e rigorosi nella ricostruzione storica, sono di Danilo Donati, il montaggio di Ruggero Mastroianni. Per la penultima volta Nino Rota compone per l’amico Federico ( l’ultima sarà per Prova D’Orchestra, del 1979 ), mentre Donald Sutherland è perfetto nel prestare il volto e il corpo alla multiforme fantasia del Maestro. Da non perdere.