Marsala 2020: il punto della situazione

Si doveva svolgere lo scorso giovedì a Palermo un incontro del coordinamento regionale del Centrodestra per discutere della linea d’azione nei Comuni in cui prossimamente si andrà al voto. Marsala compresa.

La riunione però è stata rinviata a causa dell’assenza di numerosi parlamentari impegnati a Roma.  Sul fronte locale intanto la situazione comincia a farsi più chiara.  Giulia Adamo porta avanti il progetto già annunciato ed ha il sostegno di Forza Italia, Fratelli d’Italia, Diventerà Bellissima e Lega.

Porta avanti il suo progetto  anche l’avvocato Diego Maggio, una candidatura civica annunciata già molto tempo fa. A Maggio bisogna dare atto di aver cominciato fin da subito a delineare un suo programma ben preciso per la città.  

Dopo il passo indietro di Nicola Fici, sembra volerne fare uno avanti Massimo Grillo che potrebbe essere il candidato espresso dal cosiddetto “tavolo dei moderati”.  In questo contesto non tutti hanno rinunciato alla possibilità di proporre la candidatura di Salvatore Ombra, attuale presidente dell’Airgest. Lo stesso ha più volte evidenziato la sua volontà di portare avanti prima di tutto il rilancio dell’aeroporto. Anche se non ci sarebbe conflitto tra le due cariche, sul nome di Ombra pare che non ci sia il consenso di tutti. L’ipotesi quindi oggi appare piuttosto remota.

Con molta probabilità in questa competizione elettorale sarà impegnato in prima persona il portavoce del Movimento 5 Stelle Aldo Rodriquez. Per l’ufficialità bisognerà attendere i primi di marzo quando si chiuderanno le consultazioni sulla piattaforma Rousseau e tutto l’iter di selezione del candidato. Non ci dovrebbero essere sorprese al riguardo ma il Movimento 5 Stelle vive a Marsala un grosso conflitto interno.

Pochi giorni fa, è giunta in redazione una nota degli “attivisti storici” del Movimento 5 stelle fortemente critica nei confronti della gestione dello stesso a Marsala e delle dichiarazioni di Aldo Rodriquez.

Va prendendo forma invece il progetto in continuità con l’attuale amministrazione che ruota intorno ad una possibile candidatura di Agostino Licari, attuale vicesindaco. Nulla però è ancora stato confermato.

Anche perché si dovrà capire come intende muoversi quella parte della sinistra marsalese che nei mesi scorsi aveva intavolato un dialogo con Nicola Fici.

Convergerà tutta su un unico nome?