Consiglio comunale Castelvetrano, riunita Conferenza capigruppo sull’emergenza coronavirus

Martedì scorso (10 marzo, ndr) ha avuto luogo la conferenza dei capi gruppo del Consiglio Comunale di Castelvetrano durante la quale i gruppi consiliari hanno effettuato diverse proposte per fronteggiare nel migliore dei modi l’emergenza coronavirus che di seguito sintetizzo.

Hanno chiesto l’istituzione di un organismo permanente comunale che monitorizzi costantemente le urgenze del territorio e dia le giuste indicazioni a tutti i cittadini e ai titolari di partita iva di ogni genere e specie. Ritenendo assolutamente necessario intervenire con misure straordinarie di sostegno all’imprenditoria locale al fine di attenuare i disagi e scongiurare la cessazione di attività. Sarà necessario inoltre, interloquire con tutte le associazioni di categoria e concordare insieme percorsi di tutela. I consiglieri hanno chiesto anche l’istituzione di un numero verde comunale per informazioni e segnalazioni.

Inoltre si ritiene opportuno attuare misure di prevenzione e controllo per far si che decreti e ordinanze abbiano la giusta attuazione al solo fine di prevenire uno stato di emergenza e nel solo interesse della tutela di ogni singolo cittadino. Mai come oggi è necessario essere uniti ed avere certezze e/o risposte immediate . Hanno ritenuto necessario anche anticipare i tempi e prevedere la disponibilità di centri di accoglienza sanitaria ovviamente con l’avallo e il coinvolgimento degli organi competenti in materia.

Alla fine la conferenza dei capigruppo addiviene ad una conclusione unanime con la stesura di un documento che hanno diramato a gli organi di stampa e che troverete in calce.

Giovanni Nastasi 

A quanto pare il Sindaco in quella sede avrebbe preso tempo sulle proposte effettuate di aiuto alle imprese e cittadini tra le quali quella di sospendere le rateizzazioni in corso. Tale intervento tra l’altro non andrebbe in contrasto con le limitazioni previste per i comuni in dissesto. Così facendo, secondo alcuni consiglieri, dimostrerebbe poca sensibilità oltre che poca prontezza di intervento nei confronti della imprenditoria locale che è già al collasso in seguito alla forte contrazione dei ricavi oltre che nei confronti dei singoli cittadini.

Altri interventi di sostegno sarebbero necessari, ma allo stato attuale non essendoci scadenze impellenti già lo spostamento della data delle rate derivanti dai piani di rateizzo potrebbero essere un valido sostegno ad imprese e cittadini. Il nostro sindaco invece sembra più interessato a rilasciare interviste e a parlare di politica privilegiando visibilità nel web ai fatti concreti, quando tutti i gruppi politici responsabilmente hanno invece dichiarato di sospendere ogni attività dando priorità alla emergenza coronavirus. 

Faccio mia la richiesta di procrastinare le date delle rateizzazioni dei tributi chiedendo ad alta voce al signor Sindaco la sospensione onde evitare chiusure e fallimenti che potrebbero avvenire visto la crisi che si sta creando con l’avvento del Virus e i giusti consequenziali provvedimenti del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Giovanni Nastasi 

Di seguito il documento della Conferenza dei Capigruppo sull’emergenza per il coronavirus