Castelvetrano, la città tuona contro il mercato del contadino

1139

Giornata convulsa quella di sabato 14 marzo a Castelvetrano a causa di due diversi eventi . Ma Andiamo per ordine. Venerdì viene annunciata da parte di un assessore una riunione tra coloro i quali desiderano mettere i propri mezzi a disposizione per la disinfestazione della città, riunione che si doveva tenere sabato 14 alle ore 9.30 presso il comando dei Vigili Urbani. Bene, a quella riunione si sono presentati solo coloro i quali hanno dato disponibilità a collaborare mentre era assente il sindaco e tutta la giunta ad eccezione dell’assessore Barresi che con grande imbarazzo si scusava della assenza del sindaco e rimandava il tutto a lunedì.

In un momento così drammatico come si fa a disattendere appuntamenti così importanti tra l’altro richiesti a gran voce dai cittadini? Ci sarà stato qualche evento più importante a cui presenziare ? Non si sa perché, nessuna spiegazione è stata data in merito. Sempre nella mattinata di ieri sabato 14 si è regolarmente svolto il mercato del contadino presso la villa Falcone Borsellino così come ogni sabato e a volerlo fortemente è stato il Sindaco Alfano. Io non entrerò nel merito dei decreti e delle ordinanze perché non è materia mia, ma qualche considerazione sui motivi di opportunità e sicurezza vanno pur fatti. È da diversi giorni che si susseguono provvedimenti da parte del Presidente Conte e del Presidente Musumeci che vanno nella direzione crescente nel tempo di evitare in tutti i modi il contatto tra la gente, prima come invito ed ora come divieto vero e proprio decretando anche la chiusura di attività commerciali e quindi evitare il proliferarsi del virus che in questi giorni dovrebbe avere il picco più alto.

I cittadini Castelvetranesi a gran fatica e con grandi sacrifici seguono le indicazioni e con grande senso di responsabilità incitano a gran voce sui social di rimanere a casa con l’ormai diffuso messaggio “io resto a casa”. Si susseguono suggerimenti di tutti i tipi e la conferenza dei capigruppo consiliare produce pure un documento che prevede delle iniziative importanti da intraprendere nel più breve tempo possibile. I telegiornali, giornalmente, ci mettono di fronte alla cruda realtà che sta vivendo il nord con l’incessante proliferarsi del virus, con gli ospedali ormai al collasso e con un numero di decessi davvero preoccupanti. Insomma allarme rosso e stato di emergenza in tutta Italia, tutti i comuni italiani vanno nella stessa direzione, tutti a casa. A Castelvetrano no, il sindaco invita invece a frequentare i mercati. Ora in un clima del genere mi chiedo perché si è dovuto autorizzare il mercato del contadino? con tanto di rispetto per i contadini. I prodotti agricoli possono essere collocati presso i fruttivendoli locali o i mercati all’ingrosso garantendo ugualmente un profitto. Però per fare in modo che si svolgesse con il rispetto delle regole si sono utilizzati tanti vigili urbani che sempre per disposizione hanno dovuto presidiare l’area della villa per evitare che la gente entrasse in massa. Ma i vigili in questo periodo devono essere utilizzati in questo modo? quanto è costato in termini di energie e in soldoni al comune il regolare svolgimento di tale mercato? Non si potevano utilizzare i Vigili per attività di controllo e prevenzione? per monitorare i trasferimenti di cittadini che provengono dalle zone più a rischio? Non potevate impegnarvi per la realizzazione della disinfestazione ? Mi sembra davvero una esagerazione che si poteva evitare.

Tale evento ha procurato sui social un susseguirsi di messaggi critici coma mai visto prima, in quanto la città non ha ben visto tale iniziativa, tra l’altro poco partecipata. Sindaco cosa raccontiamo ai titolari di bar, ristoranti, attività commerciali e professionali, a quelli del comparto turistico ormai fermi da mesi, obbligati alla chiusura e a tanti altri ancora che non possono lavorare e che in religioso silenzio rispettano le regole, ma sanno solo loro a quale prezzo. Allora organizziamo un mercato aperto per i ristoratori, per i bar, per gli ambulanti che in seguito al provvedimento di chiusura hanno dovuto buttare gran parte degli alimenti facilmente deperibili, organizziamo sagre a sostegno del turismo. E lei cosa fa ? Tramite un video messaggio annuncia che difende il suo provvedimento e che addirittura sabato prossimo lo farà ripetere. Quel video sembra quasi una sfida in barba a tutti quei cittadini che sono in casa con figli, genitori, nonni e persone care e che temono solo per la loro salute. Ieri la città era terrorizzata a causa della notizia diffusa dei due ipotetici contagi e l’annuncio della negatività dei tamponi, fatta dalle autorità competenti, è stata recepita come una liberazione e la sua apertura al mercato del contadino è stata interpretata come un liberi tutti creando uno scompiglio non giustificato e andando contro la volontà dell’intera cittadinanza.
Inoltre al posto del mercato avrebbe dovuto adoperarsi con tutto il suo tempo disponibile per organizzare la disinfestazione della città anziché mancare l’appuntamento e rinviare ancora il tutto. La nostra città oggi è una delle poche a non avere contagi, ma non sfidiamo la fortuna perché le conseguenze potrebbero essere disastrose soprattutto se procurate da atti di leggerezza.

I cittadini stanno dimostrando grande collaborazione e senso civico, andiamo tutti nella stessa direzione. Sicurezza , Sicurezza, Sicurezza.
Stiamo a casa e adoperiamoci affinché tutto vada nel modo migliore .
A tal proposito intendo dare un abbraccio affettuoso, sicuro di interpretare il pensiero di tanti, a tutti coloro che sono impegnati in prima linea , medici, paramedici, infermieri, ausiliari, dipendenti comunali, Vigili Urbani, forze dell’ordine , volontari e a Voi cittadini si a Voi cittadini che state dimostrando che Castelvetrano è una grande città in cui vivono persone perbene , grandi lavoratori e gente che sa fare sacrifici per il bene comune con la speranza che tutto possa finire nel più breve tempo possibile.

Giovanni Nastasi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.