Sanificazione delle strade a Marsala. La Lega chiede la modifica dei prodotti usati

Il Commissario della Lega Salvini Premier Marsala ha scritto una nota, rivolta al Sindaco di Marsala, in merito all’attività di sanificazione in atto in questi giorni per le strade della città chiedendo all’amministrazione locale di impegnarsi “nel giusto utilizzo dei prodotti per la sanificazione”.

“Cittadini di Marsala, il paese sta vivendo un momento di crisi mai vissuto prima, possiamo uscirne e possiamo farlo facendo ognuno la nostra parte” – dice Mauro Plescia.

Plescia fa riferimento alla ricerca pubblicata sulla rivista “Journal of Hospital Infection” e curata dai ricercatori della University Medicine Greifswald, in Germania, secondo cui il coronavirus potrebbe sopravvivere sulle superfici, a temperatura ambiente, anche fino a 9 giorni.

La stessa ricerca afferma che il virus può essere contrastato efficacemente con soluzioni basate sull’utilizzo di alcol etilico (etanolo al 62-71%), acqua ossigenata (perossido di idrogeno allo 0,5%) o candeggina (ipoclorito di sodio allo 0,1%).

“I prodotto normalmente utilizzati dal Comuni per i periodi di disinfezione sono dei Sali di ammonio quaternari ovvero semplici battericidi. Più precisimante – continua Plescia – facendo seguito alla dichiarazione rilasciata da Energetikambiente, nel caso del nostro Comune viene utilizzato un antibatterico a base di ammoniaca igienizzante”.

Sulla base di ciò, la Lega Salvini Premier Marsala chiede all’amministrazione che , nella soluzione attualmente utilizzata per la sanificazione “venga aggiunto anche l’ipoclorito di sodio allo 0,1%, cioè la candeggina, in modo tale da rendere il più inattivo possibile il virus e tutelare ancora di più la salute di tutti i cittadini marsalesi”.