IL PANE QUOTIDIANO …

“Non mancano mai ( e me ne meravigliai molto)
panettieri aperti per distribuire il pane alla
popolazione…
Londra 1664/1666
( Diario dell’anno della peste)
Daniel Defoe

Ci sono molte categorie di eroi in questa emergenza pandemica di cui giustamente si
parla, indiscutibilmente sono per primi i
medici, gli infermieri, gli operatori sanitari
per passare a tutti coloro che contribuiscono
a far si che la vita di ogni possa continuare, ad esempio i trasportatori, i commessi dei supermercati, i farmacisti e molti altri…

Altri come i panettieri che con il loro
“bread – pao – brot  – chleb  – brood  – pain “
o comunque si chiami in qualsiasi parte del
mondo, realizzano la fonte di vita, il cibo
primario, il sostentamento indispensabile
che racchiude anche ” una imponderabile potenza sacra “…

Loro fanno sì che sulle nostre tristi tavole
non manchi l’alimento più antico del mondo
( quattordici mila anni fa si faceva già il pane )…

Il loro mestiere è raffigurato in pitture paratali
riconducibili al 3500 AC in Egitto, nell’antica
Grecia invece già moltissimi erano i tipi di pane
e le loro forme, nel II Secolo AC anche a Roma
si introducono i forni pubblici, insomma nella
storia è stato e sarà sempre uno dei piu importanti mestieri…

E in questo momento terribile aggiungiamo senza ombra di dubbio che  la loro dedizione
i loro sacrifici, il loro coraggio ne confermano
tale importanza…

Un mio amico e cliente panettiere mi ha detto :
La strada che faccio ogni notte per arrivare
al lavoro è diventata senza fine…
Non si sente più niente… neanche il respiro
della vita…
È come se tutti trattenessero il fiato…

È arrivato e comincia a lavorare… Impasto… Formazione… Lievitazione… Cottura…
un ciclo intero che si ripete ogni
giorno da sempre… ed ecco pronto il pane…

Pane come sicurezza, pane eucaristico, pane come riscatto, pane cerimoniale, pane come nascita…

          … PANE COME SPERANZA “
Credo sia questo, di questi tempi di Coronavirus, il vero significato che i panettieri danno al proprio prodotto , perché dopo ore e ore di lavoro
notturno sognano di uscire fuori dal proprio
laboratorio e sentirsi dire dai clienti senza mascherine
      ” Complimenti buonissimo il tuo pane”

Il significato del sogno è chiaro…
Il complimento per il pane ha decretato la
sconfitta del Virus… il suo sapore e il suo profumo adesso sono più importanti di lui…

E finalmente il mio amico panettiere mi
guarda e piange… di gioia…!!! @

Giovanni Billeri

  #perrealizzarreilsognorestaacasa#
  #andratuttobeneserestiamoacasa#