Covid-19, Figuccia: “Tutele e presídi per la polizia penitenziaria”

“Continuano ad arrivarmi segnalazioni anche dagli agenti della polizia penitenziaria che negli istituti di pena e nelle case circondariali presso le quali prestano servizio, non sono adeguatamente equipaggiati dei dispositivi di protezione individuale conformi alle raccomandazioni ministeriali – a dirlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – non possiamo continuare ad utilizzare mascherine di carnevale mettendo seriamente a repentaglio la vita di uomini che giornalmente scendono in campo per fare il proprio dovere. Ho seguito con attenzione le parole del Commissario straordinario Arcuri che assicurerebbe la fornitura alle regioni in poche ore. Non si dimentichi tuttavia che oltre al personale sanitario impegnato in prima linea, ci sono tante categorie vulnerabili che quotidianamente sono circondate dai fatidici “assembramenti” di soggetti. Ed è quanto avviene negli istituti penitenziari dove non è certamente una novità la piaga del sovraffollamento carcerario. Pertanto – conclude – esorto il presidente alla Regione nel garantire le adeguate quantità di presidi anche a questo personale che merita attenzione e dignità”