Parliamo di…Benessere Mentale!

Salve a tutti e bentrovati!
Parliamo di…Benessere Mentale! È una nuova rubrica di psicologia a carattere divulgativo che con un linguaggio semplice si rivolgerà, prevalentemente,al grande pubblico e non agli specialisti del settore.
L’obiettivo sarà di pubblicare brevi articoli di psicologia dal taglio pratico e concreto, di presentare i singoli argomenti con lo scopo di interrogarci sulle nostre convinzioni, il nostro stile di vita e le nostre conoscenze. In controtendenza rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare da una rubrica che tratta di psicologia, Parliamo di…Benessere Mentale! non si prefigge lo scopo di fornire risposte esaustive o risolutive, ma offrire indicazioni sul raggiungimento, miglioramento e mantenimento del nostro benessere psicologico.
Offrirò, di volta in volta, suggerimenti pratici per apportare piccoli ma significativi cambiamenti nella vostra quotidianità e riscontrarne gli effetti. Una sorta di palestra mentale che vi permetterà di allenarvi per preparavi all’attuazione di cambiamenti rispetto ai vostri pensieri, ai vostri comportamenti e al vostro ̎sistema di emozioni̎. Comprendere che cosa ci consente di essere efficienti psicologicamente e mantenere e sviluppare il benessere psicologico può migliorare la capacità di gestire la nostra vita e le
sfide che la caratterizzano.
Al fine di arricchire la rubrica e renderla più interattiva sono benvenute le vostre riflessioni, i vostri commenti e richieste di approfondimento!

Dott.ssa Paola Di Natale
Psicologa-psicoterapeuta

BENESSERE MENTALE: COSA È E CHE FARE PER RAGGIUNGERLO!

Quello delbenessere psicologicoè un tema molto discusso. Raggiungere una condizione di benessere interiore è la finalità di ognuno di noi, anche di quelli che si limitano soltanto a desiderarlo e poi non apportano dei veri cambiamenti nella loro vita. La Psicologia offre diverse indicazioni su come raggiungere il benessere mentale. Iniziamo, innanzitutto, a definire il concetto di salute. Secondo l’OMS la salute è ̎uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non solamente assenza di malattia o infermità ̎. Si tratta di uno stato di benessere emotivo e psicologico nel quale l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive o emozionali, esercitare la propria funzione all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell’ambiente, adattarsi alle condizioni esterne e ai conflitti interni. Emerge una concezione di salute che non è solo assenza di malattia, ma anche miglioramento dello stato fisico, mentale e sociale. Una buona salute mentale implica, dunque, la capacità di gestire pensieri, atteggiamenti, emozioni e contesto oltre ad aspetti sociali, familiari e lavorativi; lo stile di vita, il supporto ricevuto che possono incrementare o diminuire il livello di benessere individuale. Il primo passo per un buon livello di benessere psicologico è la conoscenza di se stessi e l’accettazione. Per far questo bisogna osservare in modo critico il proprio modo di essere e agire nelle diverse circostanze, mettere in discussione gli aspetti scarsamente funzionali al nostro benessere e realizzare strategie di miglioramento. È necessario conoscere i nostri punti di forza e di debolezza, imparare a gestire i nostri limiti, al fine di ridurli o migliorarli, mantenendo un atteggiamento non giudicante ed eccessivamente critico, ma propositivo e di accettazione. L’eccessiva autocritica, infatti, impedisce qualunque forma di cambiamento. È sminuente ed influenza negativamente la nostra autostima e il nostro benessere. Essere in grado di stabilire relazioni positive in cui sperimentare affetto, emozioni, accettazione e reciprocità, può favorire il benessere psicologico. Avere accanto persone con cui confrontarsi, confidarsi, sfogarsi in un ambiente di fiducia, consente di stabilire legami importanti in cui sentirsi accolti. Nelle relazioni positive l’individuo vive rapporti interpersonali soddisfacenti che accrescono e migliorano l’immagine di sé, l’accettazione e le abilità empatiche, fondamentali per vivere e muoversi nella realtà in modo efficace e positivo. Altro aspetto molto importante da esaminare è la capacità digestire emozioni e pensieri. In particolare è importante imparare ad avere conoscenza dei nostri stati emotivi e, soprattutto, gestirli in modo corretto e funzionale al contesto in cui viviamo. Le emozioni sono elementi basilari e essenziali nella vita di tutti noi, ma possono diventare disfunzionali se eccessive o non espresse. Altresì fondamentale è la gestione dello stress per ridurre i livelli di attivazione fisiologica e mentale. Infatti sviluppare buoni livelli di resilienza ed apprendere strategie di gestione dello stress, è il miglior modo per prendersi cura di noi stessi e del nostro benessere mentale. Un altro aspetto molto importante da considerare è la gestione dei pensieri disfunzionali e svalutanti che possono danneggiare la nostra autostima, la percezione delle nostre abilità e causare comportamenti inadatti. Il benessere mentale è una componente preziosa per il nostro benessere generale e una vita appagante. Il Mental Health Foundation nel Regno Unito, descrive una buona 3 salute mentale come la capacità di imparare, costruire buoni rapporti con gli altri e di esprimere, gestire e sentire una serie di emozioni positive e negative. Ultimo concetto da esaminare è che mente e corpo non sono entità separate. È esperienza abbastanza comune per ognuno di noi identificare le emozioni provate in base a sensazioni fisiche. A tutti noi è capitato di sentire il cuore in gola o lo stomaco chiuso quando aspettiamo con ansia il verificarsi di un evento tanto atteso. Sicuramente ci sarà capitato di impallidire o di essere paralizzati dalla paura di fronte ad un evento spaventoso. Riflettendo su queste ed altre analoghe esperienze è evidente una profonda influenza delle emozioni sul corpo e sul suo benessere e viceversa. Lostress mentale e il disagio emotivoirrisolto esercitano un potenziale impatto su molti aspetti del corpo fisico, e spesso si manifestano in stati patologici.

COSA POSSIAMO FARE PER MANTENERE IL NOSTRO BENESSERE MENTALE?

Tanto dipende da ognuno di noi che con alcune accortezze possiamo preservarlo arricchirlo ed incrementarlo. Quelle che adesso vi suggerirò non sono delle rigide regole ma indicazioni per promuovere l’arricchimento del nostro Benessere Mentale:

1. Auto-accettazione: accettare ogni aspetto di sé senza voler a tutti i costi essere diversi dalla propria natura;

2. Creare relazioni positive con gli altri;

3. Avere uno scopo nelle vita;

4. Essere autonomi;

5. Crescita personale: essere disposti ad intraprendere nuove esperienze, mettere a frutto le proprie capacità, essereall’interno di un processo di continuo miglioramento di se stessi ;

6. Capacità di padroneggiare le risorse e le opportunità offerte dal proprio contesto sociale.

È in questo senso che ognuno di noi dovrebbe lavorare su stesso per il raggiungimento del benessere mentale. Non si tratta di ricercare il piacere fine a se stesso in ciò che è esterno a noi. Bisogna, invece, partire da sé stessi, accettarsi per ciò che si è, gestire le influenze esterne al fine di rendere migliore se stessi verso una crescita continua, in autonomia, pur mantenendo delle buone relazioni con il prossimo.

Ricordiamoci, infine, di seguire una sana alimentazione. Siamo quello che mangiamo sosteneva Feuerbach. L’alimentazione, come dimostrano diversi studi, è strettamente correlata al nostro benessere mentale. Un sano e corretto stile alimentare è una componente essenziale nella gestione della salute mentale e nella promozione del benessere mentale.

Dott.ssa Paola Di Natale
Psicologa-psicoterapeuta