Trapani, il primo paziente ricoverato lascia il reparto di Rianimazione

In un momento in cui i dati della Provincia di Trapani sul contagio da Coronavirus subiscono un incremento, nello stesso giorno in cui Salemi diventa “zona rossa” per cui non si può entrare ed uscire dalla città se non in casi specifici, arriva anche una buona notizia.

Il paziente 1, ovvero quello che per primo in provincia è stato riconosciuto come affetto da Covid 19, non è più in ventilazione meccanica: è tornato a respirare in maniera autonoma ed ha lasciato il reparto di Rianimazione.

La conferma arriva dal dott. Antonio Cacciapuoti, Direttore Unità Operativa Complessa “Anestesia, Rianimazione, Terapia Iperbarica e Terapia del Dolore”. 

Il paziente, un sessantenne di Marsala, era stato ricoverato i primi di marzo al Sant’Antonio Abate di Trapani per Covid-19. Aveva accusato i sintomi dopo il rientro da una delle zone rosse del nord Italia.

L’uomo adesso è stato trasferito nel reparto di Pneumologia per il proseguimento della terapia sino alla negativizzazione dei tamponi.

“Sono felice di potere dare questa buona notizia – ha detto il direttore generale dell’Asp di Trapani, Fabio Damiani – Si tratta di un primo risultato al quale sono certo ne seguiranno molti altri. Confermo l’assoluta importanza di un corretto comportamento sociale che prevede l’isolamento e il rispetto delle regole per difendere se stessi e gli altri dal rischio del contagio da coronavirus”.