Extra-costi Rap, Fiadel-Cisal: “Bellolampo chiusa, la Regione stanzi le somme”

“L’emergenza Coronavirus rallenterà
ulteriormente i lavori per la settima vasca di Bellolampo,
costringendo la Rap a trasferire altrove i rifiuti di Palermo per un
tempo difficilmente stimabile e con costi esorbitanti. E’ necessario
che la Regione Siciliana si assuma le sue responsabilità e copra i
costi del 2019 e del 2020”. Lo dice Giuseppe Badagliacca della
Fiadel-Cisal.

“La giunta Orlando ha approvato martedì scorso una delibera per
trasferire alla Rap i 9,7 milioni di euro stanziati in sede di
assestamento di bilancio e che consentiranno di coprire gli
extra-costi del 2019 – spiega Badagliacca – Per rendere effettiva
l’operazione servirà anche un voto di Sala delle Lapidi, ma ci
aspettiamo che la Regione mantenga gli impegni presi e si faccia
carico di queste somme che, lo ricordiamo, sono dovute alla mancata
realizzazione della settima vasca, i cui ritardi non sono certo
imputabili alla città di Palermo. Siamo però preoccupati per il
futuro: nel 2020 i costi saranno persino maggiori e non si vede la
luce in fondo al tunnel, per questo rivolgiamo un appello alla Regione
affinché intervenga immediatamente facendosi carico dei fondi
necessari”.