Licata, restaurata la Madonna Addolorata di Sant’Agostino

90

Il Simulacro della Madonna Addolorata di Licata ha assunto nuovi colori, oggi si sarebbe dovuta celebrare la ricorrenza della Madre che va in cerca di suo figlio per le vie della Città. È una solennità molto suggestiva e popolare per Licata, questa mattina si è celebrata la Santa Messa a porte chiuse nel Santuario di Sant’Agostino alle 10. Si è approfittato della situazione difficoltosa, per dare un restauro alla statua della Santissima Vergine. La Madonna assume i vecchi colori, di cui rivestiva tantissimi anni fa, è molto emozionante e straordinario per tanti devoti rivedere l’immagine della vergine come lo era tanto tempo fa.  Angelo Vincenti, ex vice sindaco e componente della Confraternita dell’Addolorata ha espresso ringraziamenti ai vari artefici per aver contribuito a questa restaurazione. “Un’immagine straordinariamente bella – commenta Vincenti –  ed è emozionante rivederla così come nel passato, anche l’espressione del viso è ritornata a essere quella di un tempo, compassionevole e amorevole.
Tutto questo è stato possibile grazie all’interessamento e all’impegno di tanti. A iniziare dalla confraternita Maria SS Addolorata che ha finanziato totalmente i lavori di restauro dopo una lunga serie di adempimenti dove il governatore Franco Cosentino insieme a tutto il direttivo, sollecitato dall’assemblea dei confrati, ha lavorato incessantemente da diversi mesi.
Un grazie per l’attenzione dimostrata a don Giuseppe Pontillo e alla dottoressa Domenica Brancato dell’ufficio Beni Culturali ed Ecclesiali di Agrigento.” Molta anche la partecipazione dei licatesi che hanno seguito la Santa Messa in onore dell’Addolorata in diretta streaming sulla Pagina Facebook Parrocchia Sant’Agostino Licata, celebrata dal vice parroco Salvatore Cardella.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.