Plescia (Lega): si verifichi lo stato di salute degli anziani ospiti delle Rsa e delle numerose case di cura di Marsala

Nella situazione di emergenza sanitaria che si sta vivendo, gli anziani sono i soggetti più a rischio.Da una ricerca della Società Italiana di Geriatria, si evince che “per chi ha più di 65 anni l’infezione da coronavirus può essere più aggressiva, perché la senescenza del sistema immunitario e le malattie croniche espongono l’anziano a un rischio non di maggior contagio ma di sviluppare un’infezione decisamente più grave”.Inoltre, la maggior parte degli anziani deceduti in Italia alloggiava nelle RSA e in case di riposo.Da un monitoraggio effettuato dall’Istituto Superiore della Sanità si deduce che, all’interno di tali strutture,  il 37,4% del totale dei decessi (1.443 su 3.859) ha interessato ospiti con infezione da Sars-CoV-2 o con manifestazioni compatibili con la Covid-19.E’ opportuno inoltre ricordare che dentro tali strutture sono presenti persone ancora sane e deve essere fatto di tutto per proteggere loro e gli operatori sanitari che se ne occupano.La città di Marsala ospita un folto numero di strutture per anziani, ed è provvidenziale che ci si accerti tempestivamente della salute degli anziani e disabili presenti. La sezione Lega – Salvini Premier di Marsala, nella figura del Commissario cittadino Mauro Plescia, ha inviato una nota al Sindaco al fine di provvedere ad una puntuale e rapidissima verifica circa lo stato di salute degli anziani e dei disabili non autosufficienti ospiti di tali strutture presenti sul territorio comunale, con riferimento specifico al contagio da COVID-19.