martedì, Luglio 16, 2024
HomeEconomiaMarsala. Roberto De Vita: floricoltura tra problemi e solidarietà

Marsala. Roberto De Vita: floricoltura tra problemi e solidarietà

Roberto De Vita, floricoltore marsalese, ci ha raccontato la situazione drammatica che il suo settore economico sta vivendo a causa della crisi economica legata all’allarme Coronavirus.

Dalla chiusura di fine febbraio la perdita stimata per la sua attività è di circa 40.000 euro. I fiori raccolti non possono essere più utilizzati perché qualsiasi attività collegata al mercato della floricoltura è stata bruscamente chiusa per i motivi di sicurezza sanitaria che noi tutto conosciamo.

Non c’è stato modo di preventivare il danno, non ci sono stati precedenti campanelli d’allarme lanciati dalle autorità del settore e adesso non c’è soluzione per contenerlo.

A questo punto, ci racconta De Vita, l’unica alternativa al macero è la donazione dei fiori alle famiglie affinché questi possano donare un tocco di colore in un momento così complicato. Il più grande dramma del settore, continua l’imprenditore, è la mancanza di interventi mirati da parte dello Stato volti a garantire una possibilità di sopravvivenza. Va ricordato, infatti, che per quanto riguarda i fiori non è possibile abbandonare tutto ciò che era stato seminato nei mesi precedenti, ma, sebbene destinati al macero, vanno sempre e comunque raccolti.

Quale possibilità di ripresa per queste attività? Questa è la domanda che Roberto De Vita si pone. La crisi, intanto, non pone limiti alla sensibilità de è per questo che continuano le donazioni di fiori da parte della azienda Fratelli De Vita.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS