Giorgio Assenza: Mentre andiamo verso il voto finale, voglio augurare un buon Primo Maggio

“Con presenze contingentate al minimo, sia del personale dell’Ars che degli impiegati e collaboratori dei Gruppi parlamentari ma, non per questo, grazie alla tecnologia, non efficacemente da questi supportati, proseguiamo l’indispensabile per Sicilia e siciliani lavoro di avvicinamento all’approvazione delle leggi economico-finanziarie” lo dice Giorgio Assenza, durante una pausa dell’iter compresso che porterà in Aula a “quel voto finale – come sottolinea il presidente dei Questori – dal quale non si può transigere anche  e specialmente in tempi di pandemia. Non avremmo di certo potuto abbandonare i cittadini del nostro arcipelago-regione a un immediato futuro senza provvedimenti specifici e mirati alla salvaguardia di emolumenti e dei comparti essenziali, i quali sommariamente nomino dalla piccola e media impresa, al Turismo, all’Agricoltura e alla Sanità che ricordo per ultima soltanto per poter rinnovare l’ennesimo, enorme, grazie ai suoi operatori per i quali stiamo approvando norme ad hoc che riconoscono e gratificano il loro incommensurabile impegno profuso, pur rischiando la propria incolumità”.

“In fondo – conclude Assenza – sto approfittando di questa comunicazione per fare a chiunque mi legga gli auguri di una comunque buona Festa dei lavoratori. Se pur, oggi e in parte, potremmo anche chiamare Festa dei …telelavoratori”.