Castelvetrano, Obiettivo Città: mozione per rilanciare il settore edile

Il Gruppo consiliare di “Obiettivo Città” all’unanimità, ritenendo vitale puntare sull’industria delle Costruzioni per una rinascita post Coronavirus Covid-19 e che per un valido processo di rilancio non si può prescindere dal tenero conto delle particolari ed improrogabili problematiche connesse alla organizzazione, funzionalità e ottimizzazione degli Uffici Tecnici comunali (SUAP e EDILIZIA privata), espone quanto di seguito riportato:

PREMESSO:

CHE l’economia e lo sviluppo di una città dipende dal livello di competitività che un Ente locale ha, e dimostra di sapere mettere in atto in risposta alle esigenze e dei privati cittadini e degli investimenti che ogni portatore di interessi (Stakeholder) può o intende realizzare nel nostro territorio;

CHE i liberi professionisti operanti nel settore delle costruzioni, nell’espletamento della loro professione, hanno riscontrato non poche problematiche connesse all’organizzazione degli uffici e relativi tempi di erogazione o di rilascio di titoli abilitativi per la concretizzazione di iniziative progettuali sia private che nell’ambito delle attività produttive.

RITENUTO nessuna responsabilità è possibile attribuire ai dipendenti comunali, si ritiene altresì necessario e indifferibile il perseguimento, da parte di questa Pubblica Amministrazione, di mirati indirizzi e provvedimenti orientati alla ottimizzazione e semplificazione del procedimento amministrativo con implementazione delle figure tecniche da impiegare e razionalizzazione dei carichi di lavoro, allo snellimento dei tempi procedurali quale responsabile risposta al blocco economico e alla dilagante disoccupazione che l’emergenza coronavirus ha generato nella nostra città.

PRESO ATTO che ad oggi, non è stata intrapresa iniziativa alcuna atta ad incentivare processi economici e produttivi di rilievo, tali da incoraggiare il settore imprenditoriale (locale e non) a riprendere la strada degli investimenti.

CONSIDERATO ancor più inspiegabile ogni tentativo atto a darsi una convincente risposta in riscontro alle problematiche e difficoltà incontrate da associazioni di categoria, imprenditori, professionisti, commercianti, privati cittadini, ect., se correlata alle tante richieste e all’esiguo numero di concessioni edilizie rilasciate dagli Uffici Tecnici comunali negli anni 2018, 2019 e 2020, oggi non più tollerabile. A tal riguardo si riportano di seguito i dati relativi al numero delle concessioni edilizie rilasciate dal 2018 al 2020 dal comune di Castelvetrano:

1) ANNO 2018 – Ufficio SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive): N° 14 CONCESSIONI EDILIZIE dal 12 gennaio 2018 al 15 ottobre 2018;

Ufficio EDILIZIA Privata: N° 27 tra CONCESSIONI e AUTORIZZAZIONI EDILIZIE dal 19 gennaio 2018 al 21 dicembre 2018;

Ufficio CONDONO edilizio: N° 17 CONCESSIONI EDILIZIE in sanatoria rilasciate nell’anno 2018.

2) ANNO 2019 – Ufficio SUAP: N° 7 CONCESSIONI EDILIZIE di inizio Attività dal 18 aprile 2019 al 27 settembre 2019 e n° 80 autorizzazioni di cui circa n° 50 si riferiscono a “Provvedimenti di divieto di prosecuzione di attività”.

2.1) Ufficio EDILIZIA Privata: N° 33 CONCESSIONI EDILIZIE dal 15 gennaio 2019 al 18 dicembre 2019;

2.2) Ufficio CONDONO edilizio: N° 38 CONCESSIONI EDILIZIE in sanatoria rilasciate nell’anno 2019.

3) ANNO 2020 – Ufficio SUAPE (Suap e edilizia privata): N° 11 CONCESSIONI EDILIZIE (dal 13 gennaio 2020 al 20 aprile 2020) e n° 32 “Provvedimenti di divieto di prosecuzione di attività”;

3.1) Ufficio CONDONO edilizio: N° 11 CONCESSIONI EDILIZIE in sanatoria rilasciate all’aprile 2020.

CONSIDERATO che i dati sopra riportati sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli rilevati negli anni precedenti al 2018.

CONSIDERATO che è inspiegabile il perdurare del blocco delle concessioni per nuove costruzioni a Triscina di Selinunte.

CHE l’irrilevante numero di concessioni edilizie rilasciate negli anni 2018-2020, ha implicato una netta e minore entrata nelle casse comunali degli importi per oneri concessori (cosiddetta Bucalossi); somme che sarebbero state per legge spese (qualora introitare dall’Ente comunale) per la realizzazione di opere infrastrutturali di urbanizzazione (esempio: strade, fognature, rete idrica, impianti di illuminazione ect.) di cui tanto bisogno ha la nostra città.

CONSIDERATO che il DPCM del 26 aprile individua proprio nel settore edile quello di maggiore incidenza per la ripresa economica del nostro territorio.

CHE è auspicabile un intervento del Governo per incentivare, potenziare e stabilizzare i bonus fiscali per la casa e semplificare gli strumenti urbanistici e le procedure amministrative (Ecobonus, sismabonus, cessione del credito, etc.).

Tutto ciò premesso e considerato, i sottoscritti propongono al Consiglio Comunale di IMPEGNARE l’Amministrazione, con l’approvazione della presente mozione di indirizzo, a porre in essere tutti i necessari e dovuti provvedimenti affinché vengano eleminate le cause che hanno determinato il rallentamento delle procedure amministrative propedeutiche al rilascio delle concessioni edilizie e bloccato al contempo l’intero comparto da sempre considerato importante volano per la crescita e la ripresa economica del nostro paese. E’ necessario, attraverso lo snellimento burocratico, il potenziamento degli uffici nevralgici e l’ammodernamento delle attrezzature e dotazioni tecnologiche dei vari uffici, che Castelvetrano ritorni ad essere appetibile per proteggere il LAVORO, gli INVESTIMENTI e le IMPRESE dal blocco economico adottando urgenti misure e azioni di sviluppo a sostegno di tutte le attività (commerciali e produttive) presenti nel territorio che, anche a seguito dell’emergenza coronavirus, rischiano seriamente di chiudere i battenti.

I consiglieri comunali di “Obiettivo Città”

Viola Vincenza

Martire Calogero

Stuppia Salvatore

Curiale Giuseppe