Il Gruppo Eurovo ha donato l’equivalente di oltre 1.500.000 uova per aiutare Banco Alimentare a garantire il diritto al cibo a tutte le famiglie in difficoltà

Gruppo Eurovo, leader europeo nella produzione di uova e
ovoprodotti, ha deciso di rispondere alla richiesta d’aiuto lanciata da Banco Alimentare e di
sostenere la sua catena di solidarietà a livello nazionale con un’attenzione particolare alle regioni
maggiormente colpite dall’emergenza Coronavirus. L’azienda ha, infatti, donato l’equivalente di oltre
1.500.000 uova in ovoprodotti e uova in guscio per aiutare Banco Alimentare a garantire il diritto al
cibo a tutte le famiglie in difficoltà e che lo sono ancor di più in questo momento di emergenza.
L’eccezionalità della sfida di Covid-19 e le attuali straordinarie misure di contenimento della diffusione
del virus, infatti, stanno mettendo a dura prova l’attività della Rete Banco Alimentare. La distribuzione
dei prodotti avverrà attraverso le tante Strutture Caritative convenzionate, attive nelle diverse
regioni d’Italia. Tra le regioni raggiunte dall’operazione c’è anche la Sicilia.
“Siamo molto motivati e determinati ad offrire a Banco Alimentare il nostro sostegno in questo
momento particolarmente difficile per il nostro paese. Vogliamo innanzitutto aiutare l’associazione a
mantenere operativa la catena di solidarietà che da anni offre un aiuto concreto ai più bisognosi. La
nostra collaborazione non nasce oggi, ha radici lontane ma mai come in questo momento siamo
orgogliosi di essere al loro fianco.” dichiara Federico Lionello, Direttore Commerciale e Marketing
di Eurovo. “Le uova e i prodotti a base di uova sono altamente nutrienti ed energetici, ricchi di
proteine di alta qualità, vitamine e minerali e sono particolarmente indicati per tutti coloro che non
riescono a seguire una dieta completa ed equilibrata o chi ha la necessità di recuperare energia dopo
una malattia.” Conclude Federico Lionello.