Musumeci incontra la parti sociali. Obiettivo: un piano di ricostruzione economica

Il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha incontrato, in videoconferenza, le organizzazioni di categoria, le associazioni datoriali e i sindacati con l’obiettivo di ragionare insieme sui contenuti del piano regionale per la ricostruzione economica dell’isola che la Regione intende varare nel più breve tempo possibile. L’obiettivo del Governo regionale è la realizzazione di un documento condiviso per accompagnare questo periodo in Sicilia, a sostegno delle imprese, dei settori produttivi e dei lavoratori, ma anche snellire il più possibile i processi burocratici e accelerare la spesa pubblica destinata agli investimenti e alle infrastrutture.

All’incontro hanno preso parte gli assessori Gaetano Armao, Toto Cordaro, Roberto Lagalla, Antonio Scavone, Mimmo Turano, Alberto Pierobon e Manlio Messina,

Oltre tre ore di riunione attorno a un tavolo virtuale che ha coinvolto i rappresentanti di trenta sigle: Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Cisal, Confsal, Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Copagri, Sicindustria, Condindustria Catania e Siracusa, Confapi, Ance Sicilia, Legacoop, Confcooperative, Unicoop Sicilia, Unci Sicilia, Agci Sicilia, Casartigiani Sicilia, Confartigianato Sicilia, Cna, Claai Sicilia, Confcommercio, Federalberghi, Confesercenti Sicilia, Confimprese, Assoimprese e Anci Sicilia.

Le varie parti sociali hanno espresso le necessità e le criticità della propria categoria e del settore economico di riferimento.

Al termine del confronto, il governatore ha chiesto alle parti sociali di inviare entro il 12 maggio le proposte che saranno raccolte e sintetizzate da una speciale task force, guidata dal dirigente regionale Benedetto Mineo, creata per coordinare le misure finanziarie ed economiche necessarie a fronteggiare l’attuale crisi provocata dall’emergenza Coronavirus.