“Ztlin cento storico a Caltagirone, con spazi esterni gratuiti per bar ristoranti e negozi”

Una ztl  nel centro storico con più ampi spazi all’esterno per bar, ristoranti, paninerie e negozi  vari. E tutto senza tasse aggiuntive . E’ questa, in estrema sintesi,  la ricetta degli esponenti calatini del M5S , Gianluca Rizzo (presidente commissione Difesa della Camera), Francesco Cappello (deputato Ars) e Piergiorgio Cappello (consigliere comunale) che vogliono proporre all‘amministrazione di Caltagirone per consentire alle imprese di potere avere a disposizione quei metri quadrati in più che possano consentire loro di mantenere il distanziamento sociale della clientela, senza dovere per forza dimezzare l’utenza e,  quindi, gli introiti.

 “ E’ ovvio – dicono i tre politici calatini – che il futuro deve essere ripensato se si vuole consentire agli imprenditori  di tenere in vita le proprie attività, e il Comune deve fare di tutto per andare loro incontro, come già si comincia a vedere in altre parti d’Italia, dove fioriscono le proposte. A Torino, ad esempio, ci si prepara a muoversi in questo senso, perché non farlo pure qui?”.

La proposta di Gianluca Rizzo e di Francesco e Piergiorgio Cappello punta ad ottimizzare gli spazi liberati dalle auto  per concederli alle imprese di ristorazione e ai bar che in questo modo potrebbero aumentare il numero dei tavoli a disposizione della clientela, senza per questo dovere pagare tasse aggiuntive per i metri quadrati in più  occupati.  Spazi esterni potrebbero essere messi anche a disposizione dei negozi di abbigliamento e di altre tipologie commerciali.

“Tutto questo – affermano i tre autori della proposta – senza rischiare di creare souk all’aperto. Tutto dovrebbe essere normato in maniera seria e puntuale, facendo coesistere le legittime aspirazioni dei commercianti con i diritti dei cittadini e con il decoro della città. E, soprattutto, senza creare disagi agli abitanti delle zone interessate dagli eventuali provvedimenti” .