Licata, “A Putia Du Cuntastorie” riprende le attività consentite

550

Nell’inizio di questa fase due avanzata, ovviamente con le dovute precauzioni del caso, rispettando i criteri e le misure adottate dal governo nazionale e regionale, anche la “Putia du Cuntastorie” riprende le sue attività, con lo scopo di ciò che si era lasciato prima della quarantena, ovvero riscoprire le antiche tradizioni e valorizzarle. Mel Vizzi, Cuntastorie licatese e fondatore della putia, ha annunciato ufficialmente la ripresa delle attività da lui guidate, attraverso i suoi profili social. A coadiuvarlo c’è ormai da parecchio tempo,un gruppo di artisti e volontari appassionati, tra questi c’è Daniele Costa che si occupa del Laboratorio Artistico, a gestire il laboratorio musicale sono Giovanna Lauria, Giacomo Nogara, Angelo Marino e tanti altri. Inoltre, “A Putia” fa sapere che vanta collaborazioni importanti che contemplano e rappresentano moltissime realtà culturali siciliane e che vanno oltre la Sicilia. “Vogliamo essere rispettosi delle regole e vogliamo farle rispettare – scrive Mel Vizzi –  per ciò inizieremo subito a preparare i nostri locali per esser in grado comunque di svolgere delle attività  e di offrire dei servizi internamente ed esternamente nei limiti del possibile. Sicuramente sarà possibile visitare il teatrino all’antica (o piccola casa museo)  che è “A Putia du Cuntastorie” e visitare le nostre esposizioni artistiche e i nostri laboratori. Sará possibile (senza assembramento e con le dovute precauzioni) organizzarci, magari per appuntamenti specifici, anche per far ascoltare musiche, Cunti e balli tradizionali.  Storie, leggende, proverbi antichi e tante altre novità saranno presenti nella nostra Putia,come sará sicuramente possibile visitare o  frequentare (sempre in sicurezza) i nostri laboratori e le nostre esposizioni d’arte ed etnografiche. Il resto lo vedremo con calma in divenire, in base a come andrá l’emergenza nelle nuove fasi. Intanto il post  intende annunciare in generale la preparazione per la ripresa, ma è anche un appello che si rinnova, rivolto a chiunque fosse in grado e avesse il piacere di dare contributi che riguardano qualsiasi genere secondo gli scopi de A Putia. Noi, da diversi anni ormai, siamo una squadra sempre pronta ad arricchirsi di nuovi elementi e contributi, ad accogliere, a ricevere e condividere con tutti la collaborazione, il talento, i ricordi o gli oggetti interessanti del passato da parte di chiunque volesse metterli a disposizione della comunitá tutta.      Annunciamo anche  – conclude Mel Vizzi – qualche  interessante sorpresa e novitá che riguarderá il personaggio cardine di cui è intrisa A Putía: Rosa Balistreri. Saranno svelati a breve ulteriori informazioni.” Dalle foto possiamo dedurre e notare fortemente, la passione smisurata che nutre tutta la compagnia, inoltre in questi anni hanno allietato e divertito le persone che hanno assistito ai loro spettacoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.