Arresti Sanita’, Movimento delle Api: “ci complimentiamo con la Procura di Palermo e la Guardia di Finanza

442

Apprendiamo, ciò che è successo nella Sanità Siciliana, leggendo di corruzione, tangenti, dossieraggio, appalti pilotati . 

Ciò su cui il Movimento delle Api fondato da Emilio Manaò pone l’attenzione è il fatto, che aldilà degli arresti eccellenti e degli iscritti nel registro degli indagati, vi sia il Commissario Covid per la Sicilia. 

Noi ci poniamo tante domande, ma allo stesso tempo ci complimentiamo con la Procura di Palermo e la Guardia di Finanza per aver scoperchiato questo scandalo che arriva a pochi anni da un’altro scandalo legato agli industriali.

Invitiamo la Procura di Palermo a procedere spedita nelle indagini in corso e nella audizione delle persone avvisate ed allo stesso tempo a procedere speditamente acchè questa storia per nulla diventi infinita, come altre in corso, oppure come altre che devono essere ancora scoperchiate. 

Tante sono le situazioni strane in Sicilia, la stranezza più evidente con una domanda che ci poniamo è : chi è che ha nominato il Commissario Covid ? 

Certamente, che sia stata scoperchiato questo scandalo è un bene, ma credo che il Presidente della Regione Siciliana Musumeci, anziché arzigogolarsi e rigirare la frittata, in quanto Presidente di una Regione autonoma, che aveva diritto di controllare la sanità e di creare le giuste condizioni per la prevenzione, debba preoccuparsi anche Lui . 

Noi più volte, abbiamo segnalato preoccupazioni sulla questione sanità siciliana; preoccupazione che ci siamo posti anche tramite comunicati poco ripresi e censurati molte volte anche dai Social; 

sulla questione sanità siciliana, più volte abbiamo constatato il malfunzionamento; più volte ci siamo anche domandati come mai, una Regione che è risaputo come all’interno della sanità, abbia strutture carenti e dispositivi essenziali poco presenti, si sia potuta permettere di ospitare nei propri ospedali, malati di convid 19 e covid2sars, con il rischio di espandere la pandemia e l’infezione, ma soprattutto bloccando la sanità siciliana, già fortemente labile nei servizi da garantire all’utente. Utenti che in molti casi, sono stati abbandonati al proprio destino anche con patologie delicate ed a alto rischio che perdipiù si sono trovati visite importanti annullate .

Orbene quello che ci domandiamo, ma Lei Presidente dove era prima ? Dove è stato fino adesso ?

Lei dice che la Regione si costituirà parte civile e che chiederà di verificare altri appalti . 

Ci scusi, ma Lei in quanto Presidente della Regione, poteva non sapere? 

Credo che questa domanda, qualsiasi Pubblico Ministero, ma anche un semplice cittadino se la possa porre. A maggior ragione, se guardiamo al 2018 quando fu Lei per primo a siglare un protocolo di intesa con la Lombardia e nella fattispecie con il Governatore Fontana, e già nelle dichiarazioni sia sue, caro Presidente, come di quelle dell’Assessore alla Sanità Razza, ci si poneva dei dubbi sulle stranezze della presentazione del protocollo .

Che facciamo Presidente, facciamo anche controllare alla Procura quel Protocollo di Intesa che ha firmato con il Governatore della Lombardia Fontana ? Glielo domandiamo alla Lega ? 

On.le Candiani, Pagano e Tardino, visto che state inquadrando tutto, specularmente alle elezioni e state tramutando tutto in propaganda senza entrare nel merito dei problemi . Cosa avete da dire in merito? “Bene, bravi, controllate perché la Sanità è un bacino elettorale” . Queste le uniche parole che sapete dire ? Quindi ne dobbiamo dedurre che la Lega vede tutto in direzione opportunista ed elettorale; ne dobbiamo dedurre che la Lega, evita di porre accenti sul Presidente perché ormai si è appiattita su chi come Musumeci, da nessuno, dalla maggioranza dei siciliani è ritenuto inadeguato e dirò di più, pare che a quanto impopolarità abbia pure sorpassato e fatto dimenticare quasi Crocetta . 

Poi signori della Lega, mah…, evitate di parlarci di giustizia proprio voi, perché siete gli ultimi che potete parlare di giustizia . 

Intanto vi ricordiamo che per la Sicilia, voi siete la rappresentanza di solo il 5,6 % degli elettori, alle ultime regionali, ed con questa percentuali che avete ottenuto uniti a Fratelli d’Italia che state governando in Sicilia . 

Quindi signori della Lega, cercate di fare poco i presuntuosi ed altrettanto poco gli arroganti, perché chi ha avuto esponenti leghisti indagati, tra cui : uno per peculato, perché intascava fondi destinati ad enti per disabili, nessun diritto, ma proprio nessun diritto può vantare. 

Signor On.le Candiani, se vuole possiamo parlare di quando è stato sindaco di Tradate nel 2008 e la Procura di Varese in merito ad una inchiesta aperta sull’affaire dell’ex Fornace, l’ha indagata per abuso in atti d’ufficio ? Chissà come è andata a finire questa storia . 

Posto ciò, quello che voglio significare ora come Movimento delle Api è la questione verso l’indagine che alcuni giornali hanno diffuso, anche a carico del Deputato Pullara di Licata;

c’è notizia che il Deputato Pullara, nessuno avviso abbia ricevuto a suo domicilio ed ovviamente dalle dichiarazioni recepite, sicuramente il Deputato saprà difendersi nelle sedi opportune. C’è anche da ricordare che finchè una persona è anche solo indagata, l’essere indagata per nulla vuole dire essere condannati .

Ma la domanda che ci facciamo maggiormente è : 

chissà come mai il Deputato Pullara è stato preso di mira e come mai gli è stata significato un coinvolgimento in quella che si potrebbe definire la Sanitopoli Siciliana . 

Forse che qualcuno in Regione avesse paura, dato si il fatto, che il Deputato Pullara è estensore della proposta di Legge – per le attribuzioni delle deleghe cultura ed identità a carico dello stesso Presidente Regionale ? 

Sarà un caso, che il Movimento delle Api che appoggia la proposta del Deputato Pullara, giusto l’altro ieri avesse appoggiato la proposta, allargando le vedute che si basavano anche su una miccia programmatica che abbiamo acceso noi del Movimento delle Api, invitando più Deputati ad appoggiare la proposta, oppure nel caso ostacolata a trasformarla in mozione e cominciare a contarsi per arrivare ad una Assemblea Programmatica , provando a pensare come a correggere il tiro delle tante azioni raffazzonate leghicamente dallo stesso Musumeci ? 

Sapete, vi ricordo anche un famoso detto , che recità così…:

a volte a pensare male si sbaglia, ma il più delle volte ci si azzecca. Certamente, appare chiara da una parte la delegittimazione e la demonizzazione dell’avversario, in questo caso del Deputato Pullara che più volte è stato preso di mira, e più volte è uscito a testa alta. 

Come certamente è chiaro, che Musumeci ha sbagliato grosso e se pensiamo alle voci di corridoio che parlano del Presidente della Regione Siciliana in affanno e che scappi attraverso voli pindarici, giustificazioni soft e scaricabarilismo, lo riteniamo un comportamento squallido .

Presidente Musumeci, si prenda le proprie responsabilità, facendo per una volta il Presidente, se riesce ancora a farlo, aldifuori dal giogo della Lega di cui sembra quasi ostaggio politico . Dimostri correttezza verso il Popolo Siciliano, quel Popolo che si sente da Lei tradito. Ma sopratutto, parli chiaro … !!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.