28 anni dalla Strage di Capaci. La giornata dedicata anche agli eroi della lotta al Covid – 19

307

Sono passati 28 anni da  23 maggio 1992 in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesco Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

La commemorazione della strage di Capaci quest’anno avrà un carattere particolare data la situazione attuale legata all’emergenza Covid – 19. Dalle strade e dalle piazze dunque il ricordo di Falcone e di quanti persero la vita con lui si sposta in tv e sui social.

Niente cortei e niente Nave della Legalità che ogni anno sbarca a Palermo carica di ragazzi.

Saranno invece sostituiti da alcuni appuntamenti sui canali Rai, celebrazioni in forma ristretta e un flash mob con cui si invita ad esporre dai balconi un lenzuolo bianco.

La  commemorazione di quest’anno inoltre è intitolata “Il coraggio di ogni giorno” ed è dedicata  anche a tutti i cittadini che, in questi mesi di emergenza del Paese, hanno operato per il bene della comunità.

“In questa drammatica emergenza – ha spiegato la professoressa Maria Falcone,  Presidente della Fondazione Falcone – si è scelto di celebrare il coraggio degli italiani che si sono messi al servizio del Paese in uno dei momenti più drammatici della sua storia recente. Medici, infermieri, esponenti delle forze dell’ordine, insegnanti, militari, volontari della Protezione civile, farmacisti, commercianti, rider, impiegati dei supermercati” – ha detto Maria Falcone.

Come anticipato, anche i programmi Rai saranno dedicati al tema.

Durante  trasmissione “Uno Mattina in Famiglia” sarà rivissuto virtualmente il viaggio che ogni anno la Nave della Legalità fa da Civitavecchia a Palermo con a bordo migliaia di ragazzi.

Nel pomeriggio di oggi, nel corso della trasmissione “ItaliaSì”, le vittime della strage verranno ricordati con la deposizione di una corona di fiori presso il reparto scorte della Caserma Lungaro di Palermo. Sono previsti inoltre gli interventi dei vertici delle istituzioni e di esponenti del mondo dell’associazionismo antimafia. Parte fondamentale della trasmissione saranno i collegamenti con quanti, in questo periodo di emergenza, giorno dopo giorno, hanno svolto il proprio dovere anche a rischio della vita, per spirito di servizio.

Alle 17.58, ci sarà il tradizionale momento del “Silenzio” sotto l’Albero Falcone ma con la sola partecipazione dei familiari, senza cittadini

Alle 18, il flash-mob “Palermo chiama l’Italia al balcone” promosso dalla Fondazione Falcone con l’esposizione dei lenzuoli bianchi quale simbolo di rinascita. A questo momento simbolico parteciperà anche il Comune di Marsala. Il sindaco di Girolamo ha già fatto sapere che oggi alle ore 18.00 sarà esposto un lenzuolo bianco dalla finestra centrale del Palazzo municipale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.