Inchiesta “Sorella Sanità”: interviene l’eurodeputata Annalisa Tardino

911

Sull’inchiesta “Sorella Sanità”, interviene la Lega attraverso un comunicato stampa.Nel caso è coinvolto il deputato regionale Carmelo Pullara. Già la guardia di finanza ha dichiarato in arresto 12 persone. A tal proposito, interviene l’eurodeputato Annalisa Tardino. “Plaudiamo – scrivono l’eurodeputato licatese Annalisa Tardino, il segretario regionale della Lega Stefano Candiani, i deputati nazionali Nino Minardo e Alessandro Pagano, e l’altra deputata europea Francesca Donato – all’annuncio del presidente Musumeci, in linea con la sua azione di Governo contro ogni sistema clientelare – affaristico, circa la costituzione di parte civile della Regione Siciliana e cogliamo l’occasione per esprimere la nostra solidarietà all’assessore Razza che, come da intercettazioni, risultava vilipeso da alcuni degli stessi soggetti indagati. In questo settore, dove è in gioco la vita delle persone, non ci possono essere sconti per nessuno, men che meno, se dovesse essere confermato, per chi ha rubato”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.