Oggi il 74° anniversario della nascita della Repubblica Italiana

390

Era il 2 giugno 1946 quando gli italiani e le italiane furono chiamati alle urne per scegliere la forma di Stato – Monarchia o Repubblica – da dare al Paese appena uscito dalla guerra.

Ogni anno l’anniversario della nascita della Repubblica italiana viene ricordato con una serie di iniziative sia a Roma che nel resto d’Italia.

In quest’anno così particolare, a Roma le celebrazioni sono iniziate già ieri con il “Concerto dedicato alle vittime del coronavirus” eseguito dall’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, diretta dal maestro Daniele Gatti, nei giardini del Quirinale.

Da lì, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato alla popolazione, ricordando questo difficile periodo che stiamo vivendo, evidenziando la volontà di un nuovo inizio ma ricordando anche quella “unità morale” che nel 1946 rappresentò “il vero cemento che ha tenuto insieme la Repubblica”.

Oggi il Presidente della Repubblica,  dopo la tradizionale cerimonia di deposizione di un corona all’Altare della Patria, si recherà a  Codogno, luogo simbolo dell’inizio di questo drammatico periodo, per rendere omaggio alle vittime del Covid – 19 ma anche per ringraziare tutti gli italiani e italiane che in questi mesi hanno affrontato in prima linea il Coronavirus.

Celebrazioni anche in molte città. A Marsala, oggi è in programma un convegno on line dal titolo “Francesco De Vita: un giovane marsalese padre della Costituente”.

L’iniziativa, che si svolge nell’ambito de “Il Maggio dei Libri”, è condivisa da “Nonovento”, dall’Associazione 38° Parallelo e dalla stessa famiglia De Vita. I cittadini potranno seguire i lavori a partire dalla ore 17,30 collegandosi sulla piattaforma Webex.

A Mazara del Vallo  il vice Sindaco Vito Billardello, accompagnato da vigili e gonfalone, alle ore 11.00 deporrà una corona di fiori al Monumento ai Caduti per la Patria sul Lungomare.

A Castellammare,  alle ore 11.00, il sindaco Nicolò Rizzo ed il presidente del consiglio comunale Mario Di Filippi deporranno una corona d’alloro davanti il monumento ai caduti che si trova all’interno della villa comunale Regina Margherita.

Una breve celebrazione alla quale seguirà in serata l’illuminazione del palazzo municipale di corso Mattarella con il Tricolore della bandiera italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.