Figuccia e Lo Giudice: “chiediamo tempi certi per i 10 milioni agli operatori stagionali”

231

“Si è tenuto a Palermo un importante incontro con i rappresentanti di associazioni di categoria nel settore della ristorazione e del turismo. Il meeting organizzato presso un ristorante del centro storico dall’associazione A.M.I.R.A. è servito per trovare una sintesi, in modo da potere dare concretezza e forma alla legge che è stata approvata recentemente da parlamento regionale. Rivolgendo le istanze raccolte agli assessorati competenti, chiediamo, adesso, con l’urgenza del caso, tempi certi sull’applicazione della norma vigente, in modo da destinare i 10 milioni di euro già stanziati ai tanti operatori stagionali del comparto che ad oggi non hanno ricevuto neppure un becco di un quattrino. Serve sostenere, come peraltro abbiamo già fatto con la norma, quel personale che è stato costretto a causa dell’emergenza Covid-19 a fermare la propria attività. In gioco c’è il destino di migliaia di operatori del comparto e delle loro famiglie che legittimamente rivendicano certezze e provvedimenti in loro favore. Turismo e ristorazione rappresentano una fetta importante dell’economia siciliana, per tali ragioni continueremo a lavorare per potere rilanciare il comparto messo in ginocchio dalla fase storica che stiamo attualmente vivendo, in modo da poter dare risposta nel più breve tempo possibile agli operatori coinvolti”. Lo affermano Vincenzo Figuccia e Danilo Lo Giudice, deputati dell’Udc all’Assemblea Regionale Siciliana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.