WeStart: le Imprese Siciliane hanno bisogno dell’innovazione digitale, entrano in campo i Digital Manager

La necessità per le imprese siciliane, dichiarata di recente dal Presidente dell’Assemblea Regionale
Gianfranco Miccichè; non può fare a meno del Digital Manager; nuova figura professionale che coordina
tutte le attività di marketing digitale all’interno di un’azienda. È evidente che una figura professionale del
tutto nuova e che riveste un’importanza rilevante in una compagine aziendale, necessita della doverosa
formazione.
A tale scopo weStart, Think Tank di Professionisti Siciliani, intende assistere giovani, che potranno
seguire un percorso formativo finalizzato a fornirgli adeguate competenze, per poter prestare servizi di
consulenza alle aziende in ambito digitale.
weStart, team creato durante la pandemia, dall’entusiasmo di ragazzi che desiderano impegnarsi per il
rilancio dell’economia siciliana, si avvale, per l’iniziativa descritta, della partnership con EDUCTT, società
che si occupa di Innovazione Digitale, accreditata presso il Ministero dello Sviluppo Economico, per la
digitalizzazione dei processi produttivi.
Il piano dell’offerta formativa, promossa dalla collaborazione tra weStart ed EDUCTT, propone un periodo
di formazione on line, gratuita per i primi iscritti al Corso di Digital Manager, che saranno seguiti da
Riccardo Proetto, CEO di EDUCTT. Fra gli obiettivi prefissati vi è anche l’intenzione di contribuire allo
sviluppo economico dei territori siciliani, coinvolgendo aziende private ed enti pubblici.
weStart nei prossimi giorni provvederà ad effettuare azioni di scouting, alla ricerca di giovani da potere
formare, per dargli così l’opportunità di potere lavorare nelle aziende interessate ad assumerli in qualità di
Digital Manager.
I possibili sbocchi occupazionali, dove può operare il Digital Manager sono rappresentati da piccole e medie
imprese nei settori agricolo, artigianale e turistico, elementi del tessuto imprenditoriale Siciliano da
promuovere e valorizzare, specialmente in un momento difficile a causa dell’attuale pandemia, per il rilancio
dell’economia dell’isola.
I corsisti potranno usufruire delle funzionalità offerte da strumenti digitali come i DIB (Digital Innovation
Hub), piattaforme digitali concepite per stimolare e promuovere la domanda di innovazione del sistema
produttivo, rafforzando il livello di conoscenze e di consapevolezza rispetto alle opportunità offerte dalla
digitalizzazione. Un DIB è in pratica la “porta di accesso” delle imprese al mondo dell’Industria 4.0; uno
strumento in grado di fungere da punto di contatto tra domanda ed offerta nella frontiera dei mercati digitali.
Ai corsisti, inoltre, verranno fornite le competenze necessarie per adottare nuove strategie di marketing come
il branding experience: un insieme di condizioni create da un marchio per influenzare positivamente la
sensazione che un individuo ha di uno specifico prodotto o del brand stesso.
Il percorso di formazione come già è stato anticipato, potrà essere svolto dal corsista, comodamente da casa;
una dinamica rivelatisi più interessante da approfondire, emersa dall’emergenza causata dal Coronavirus, che
se da un lato ha costretto a seguire misure restrittive per contrastarne l’avanzata, dall’altro lato ha permesso
la diffusione dei webinar, usati per fare seminari on line, ma anche per video lezioni a distanza su argomenti
specifici e che ha sopperito al difficile ingaggio di docenti per effettuare delle lezioni in modo tradizionale,
cioè in aula.
Fra i requisiti essenziali richiesti per l’iscrizione al Corso di Digital Manager, non è presente il possesso di
un titolo di studio accademico; è sufficiente la tendenza a seguire un approccio al lavoro flessibile (smart) e
la giusta dose di ambizione per far diventare un’azienda veramente vincente.
L’obiettivo finale di weStart e di EDUCTT consiste nel riuscire a formare almeno 200 nuovi Digital
Manager, per innovare circa 4.000 Aziende Siciliane, che guardano con ottimismo ai risultati ottenibili con
una rivoluzione digitale nell’economia della regione.
EDUCTT crede nel potenziale delle Imprese Siciliane, finora inespresso vista la carente informazione verso
la digitalizzazione dei processi industriali e commerciali, ma che può emergere se orientata nella giusta
direzione.
L’emergenza scaturita dalla diffusione del Covid-19, unita al già presente problema della mancanza di
occupazione in Sicilia, deve servire come uno stimolo per innescare una voglia di rivincita nei Giovani
Siciliani.
È necessario quindi dare una marcia in più a tale voglia di rivincita, perché l’intraprendenza e l’entusiasmo
dei giovani sono i punti di forza, sui quali sarà possibile porre le basi per attuare la trasformazione verso
l’industria 4.0 in Sicilia.
Fra i principali settori da rilanciare, merita sicuramente una particolare attenzione il turismo; pertanto è
necessario far aumentare l’indice di attrattività a livello internazionale, puntando al miglioramento delle
strutture ricettive, rendendole rispondenti ai requisiti imposti dall’innovazione digitale.
Caratteristiche come abilità, flessibilità, risposte veloci al cambiamento sono ormai entrate nell’agenda e
nella quotidianità di ogni impresa, che non vuole rimanere indietro, ma che al contrario prepara le basi per
affrontare un futuro che ormai è sempre più vicino.