Anche Mazara del Vallo potrebbe avere il suo naviglio alla “milanese”..

Come si può vedere dalle immagini satellitari, le sponde del fiume Mazaro, a monte dei due ponti che collegano la parte antica della città, quella ad Est, con quella più recente ad Ovest, erano ridotte a zone fangose ed insalubri.

Poi, grazie ad importanti interventi, le due sponde sono state rese fruibili, consolidate ed arredate con bitte d’ormeggio e con punti per la distribuzione dell’acqua e della corrente.

 Le  sponde hanno una lunghezza di circa 400 mt . e sono totalmente utilizzabili per delle attività economiche.

Anche Mazara del Vallo potrebbe quindi avere il suo “naviglio” alla Milanese.

Due sponde con baretti, ristorantini, gallerie d’arte, pub tipici con prodotti siciliani ..

La sponda Est è facilmente  raggiungibile  e, con una manutenzione minimale, potrebbe già d’ora essere utilizzata per l’ormeggio delle piccole imbarcazioni e per installare dei  chioschi commerciali. 

Con alle spalle un grande piazzale e con la possibilità di realizzare numerosi parcheggi potrebbe già  fin d’ora iniziare ad offrire delle opportunità di lavoro e di sviluppo ai Mazaresi.

La sponda Ovest è quella confinante con lo stadio e con, pare,  il futuro anfiteatro all’aperto.. nuovo polo di attrazione per la cittadinanza..

Questa  sponda ha già iniziato ad essere rivalutata: da qualche anno è infatti presente ed operativo un ristorante.

Poco oltre il ponte nuovo, sempre sulla sponda Ovest,  vi sono circa 15 depositi-magazzeni ricavati nel lato a fiume dello stadio. 

Sono tutti locali comunali, una parte dei quali già occupati , mentre molti non lo sono mai stati  e dovrebbero quindi essere disponibili.

Proseguendo verso monte la riva ovest confina con una grande terreno agricolo: è una vasta area che certamente, con lo sviluppo di nuove attività  potrebbe avere un interessante utilizzo, sia come polmone verde sia come area ove ubicare le nuove strutture turistiche e ricettive.

La sponda Ovest ha uno sbocco nella Via Tevere , via Aniene e via Po, e quindi con il resto della Città..

Al riguardo di questa ipotesi per una nuova valorizzazione vi è da segnalare 

  l’intervento del Centro Studi “La Città” che rilancia questa opportunità di sviluppo per l’economia e per il turismo di tutta la  città e che propone un dibattito aperto al pubblico per valutare tutte le idee utili allo sviluppo di questo nuovo “Naviglio” alla Mazarese..

Per chi desidera dare uno sguardo alle due sponde, ecco il video su youtube: