Il Gruppo Albatros il Filo è lieto di annunciarvi l’uscita nelle librerie di “Imago animae” di Cesare Zarbo

Una perfetta commistione tra testo e immagine, un racconto che procede in modo sinestestico e profondo: questo è Imago Animae, un viaggio, magari non sempre lineare e spensierato, all’interno di quelle che sono le emozioni, le sensazioni e le passioni dell’autore, un
viaggio onirico e rapsodico ricco di immagini e richiami a quella che è la dimensione sensoriale, visibile, della realtà. Attraverso i suoi occhi – e attraverso le bellissime foto di Marie
Mìchele Bertin Caron, l’autore specchia il mondo in se stesso, attraverso gli stessi occhi,specchio dell’anima, mostra al mondo la sua personale rielaborazione, il suo sentire.
Questo libro appartiene e si rivolge ad anime nascoste, spiriti della notte, uomini dal sentimento oppresso e disperso. Per accingersi a leggerlo bisogna percepire e accettare la propria
univocità, bisogna voler perseguire l’intento di preferire l’autenticità alla maschera sociale.
Cesare Zarbo è nato a Gela (CL), antica colonia greca di Sicilia, nel gennaio del 1949, sotto il segno
dell’Acquario. Dopo gli studi classici e umanistici, negli anni sessanta-settanta ha vissuto a Roma, che
gli è stata maestra di vita affettiva e di cultura. Attualmente vive e opera a Pescara, dove si dedica con
passione e fervida ricerca alla pulsione poetica, pittorica e musicale.
Marie Mìchele Bertin Caron è nata in Francia nella regione dei castelli della Loira dove ha studiato
fotografia. Da diversi anni si dedica interamente e con passione alla fotografi a d’autore.