Marsala: è ormai prossimo l’inizio dei lavori di restauro della Palestra “Nicola Grillo”

E’ ormai prossimo l’inizio dei lavori di restauro della Palestra “Nicola Grillo” che sorge in via Lincoln nella zona di Porticella. E’ stato, infatti, firmato alla presenza del Segretario generale Bernardo Triolo il contratto fra la ditta appaltatrice dei lavori e l’ingegnere Luigi Palmeri in rappresentanza del Comune.

“A giorni daremo il via anche a questi lavori – precisano il Sindaco Alberto e l’Assessore ai lavori Pubblici Salvatore Accardi. Dopo l’emergenza coronavirus la città è un cantiere aperto e molti lavori pubblici sono in corso d’opera. Il progetto di bonifica, ristrutturazione, messa in sicurezza ed efficientamento energetico della struttura sportiva  e’ stato  finanziato interamente – per 650 mila euro – dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”.

La richiesta di finanziamento venne presentata su disposizione del Sindaco Di Girolamo qualche mese dopo il suo insediamento alla guida della Città.

“Questi lavori ci consentiranno di ridare agli studenti del Liceo Classico “Giovanni XXIII”,  la loro Palestra – prosegue il Sindaco Alberto Di Girolamo. Desidero ricordare che il nostro progetto di ammodernamento della “Grillo” fra gli oltre settanta presentati in Sicilia da vari Comuni si è classificato al 5° posto dei 20 che sono stati finanziati. Questo a conferma dell’impegno dell’intera macchina tecnico-amministrativa”.

La storia:

La Palestra “Nicola Grillo venne costruita dal Comune negli anni ’70. Dieci anni dopo vennero rifatti e ampliati gli spogliatoi. Per diversi anni la struttura venne affidata, con contratto di comodato d’uso, all’ex Provincia Regionale di Trapani che la utilizzò come Palestra al servizio del Liceo Classico “Giovanni XXIII”. Dal 2008 è inutilizzabile per inagibilità e dal 16 ottobre del 2013 è ritornata nella piena disponibilità dell’Amministrazione comunale.

Il progetto:

La struttura presenta una superficie calpestabile di 290 metri quadrati.

I lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza, progettati dall’ingegnere Vincenzo Figuccia, tecnico comunale, prevedono nello specifico l’eliminazione degli attuali muri perimetrali e della copertura.

I muri saranno rifatti in arditura metallica, rivestimento in lastre di cemento rinforzate e  ricoperti da lastre di gesso. Il tetto, invece, verrà  realizzato con pannelli isolati e ventilati.

La palestra verrà, inoltre, dotata di impianto fotovoltaico e di impianto solare termico per alimentare il riscaldamento dell’acqua delle docce e dei bagni. A tal riguardo, la riqualificazione della struttura prevede anche la realizzazione di un servizio per soggetti disabili.