Lampedusa, Figuccia al ministro Lamorgese: “Da che parte sta? Rassicurazioni inutili”

157

“Quanto sta accadendo nelle ultime ore a Lampedusa rivela nella sua interezza l’inettitudine del governo nazionale e del ministro Lamorgese – a diro è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – alle rassicurazioni e alle pacche sulle spalle vuote di significato non stanno facendo seguito quegli interventi volti a qualificare e a gestire l’arrivo dei migranti sull’isola. Di fatto, sono state diverse le soluzioni proposte dall’amministrazione locale e dalla Regione Siciliana a Palazzo Chigi proprio per affrontare operativamente gli sbarchi e fare in modo che il sistema economico e sociale lampedusano non collassi. Qualche telefonata di circostanza e subito dopo gli sbarchi a tradimento col silenzio romano. Tu quoque Lamorgese? Fai sapere ai siciliani e ai Lampedusa niente da che parte stai.
Va sostenuta con ogni mezzo e strumento, una leale collaborazione con le autorità nordafricane al fine di garantire un monitoraggio continuo dei nuovi flussi dal Maghreb. Roma dal canto suo – sottolinea – dovrebbe negoziare con maggiore autorevolezza presso le sedi europee e chiedere con la dovuta veemenza, più attenzione e più collaborazione agli Stati membri che non potranno certo cercare alibi soprattutto in un tempo nel quale la mobilità è fortemente riconsiderata alla luce dell’attuale emergenza sanitaria”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.