Comuni del Calatino, quasi 500 mila euro per adeguare le scuole alle norme anti Covid

Quasi 500 milia  euro ai comuni del Calatino per garantire il rientro in sicurezza a scuola alla ripresa delle lezioni, adeguando i plessi alle norme anti-Covid. In queste ore il ministero dell’Istruzione ha infatti pubblicato l’elenco delle risorse a disposizione delle Province e dei Comuni, provenienti dai Fondi europei strutturali di programmazione 2014-2020, per l’adeguamento e adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza covid-19”. Lo afferma Gianluca Rizzo, deputato del M5S alla Camera.

“Si tratta di risorse importanti – prosegue Rizzo – per la nostra scuola che nei prossimi mesi sarà impegnata nel delicatissimo compito di garantire una ripresa delle attività didattiche in presenza ed in sicurezza dopo le chiusure dello scorso marzo. Una fase di rientro nelle aule, molto attesa da genitori, corpo docente e non docente e più che altro da studenti e studentesse”.

“Anche il nostro territorio – precisa il parlamentare –  potrà giovarsi di questi finanziamenti che potranno essere utilizzati da subito. Ciascun ente riceverà direttamente sulla piattaforma SIF la nota di autorizzazione al progetto, contenente indicazione specifica sull’attuazione e gestione dell’iniziativa.”

Questa la ripartizione nel dettaglio: Città metropolitana di Catania (2 milioni di euro), Caltagirone (160.000 euro), Grammichele (70.000 euro), Mazzarrone (28.000 euro), Militello Val di Catania (28.000 euro), Mineo (15.000 euro), Mirabella Imbaccari (15.000 euro), Raddusa (15.000 euro), Ramacca (40.000 euro), San Cono (6.000 euro), Scordia (90.000 euro), Vizzini (28.000 euro).