La Giunta Surdi ha rideterminato le modalità per attuare il servizio di vigilanza e salvataggio ad Alcamo Marina

190

La Giunta Surdi ha rideterminato le modalità per attuare il servizio di vigilanza e salvataggio ad Alcamo Marina.

Il nuovo schema di convenzione è necessario perché i due precedenti avvisi sono andati deserti, pertanto l’Amministrazione ha ritenuto opportuno rimodulare lo schema di convenzione, da siglare con le associazioni di volontariato, per avviare il servizio nel più breve tempo possibile.

Il servizio avrà la durata di 40 giorni. Le postazioni di salvataggio fisse, sette giorni su sette, saranno tre e dislocate nelle zone di maggiore affluenza, rispettivamente  Zona Catena – Zona Canalotto (due).

Le passerelle in Zona Canalotto, al fine di agevolare e facilitare l’accesso al mare dei bagnanti disabili nonché del personale sanitario addetto in eventuali operazioni di soccorso, saranno 2.

Nei restanti tratti di spiaggia non sorvegliati sarà possibile lo stazionamento dell’unità mobile e il permanere dei cartelli previsti dall’ultima Ordinanza di Sicurezza Balneare n. 20/2018 del 14/06/2018 della Capitaneria di Porto di Trapani recanti la dicitura “Attenzione balneazione non sicura per mancanza di apposito servizio di salvataggio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.