Iniziative sul territorio della deputata Palmeri: tavola rotonda sul “Progetto messa in sicurezza della Riserva di Monte Cofano”, e visita a due aziende in provincia di Trapani

145

La deputata di Attiva Sicilia Valentina Palmeri ha partecipato alla tavola rotonda tra istituzioni e cittadini, presso il comune di Custonaci, sul tema “Progetto messa in sicurezza della Riserva di Monte Cofano”. Presenti all’incontro oltre a numerosi cittadini residenti proprio all’interno della riserva, il sindaco Morfino, il dott. Giarrizzo per l’Ente Gestore, il Dott. Giacomo Scala per il Commissario straordinario del dissesto geologico, la dott.sa Valeria Restuccia Dirigente della Regione Siciliana, il dott. Trapani dell’Ispettorato Dipartimento Foreste.” Ho ritenuto necessario – sottolinea Palmeri –  chiedere questo incontro in quanto al problema del pericolo caduta massi della riserva si sommano altri problemi, come quello delle ‘Linee guida relative alle azioni da mettere in atto da parte dei gestori di aree naturali protette, demanio marittimo e forestale finalizzate alla pubblica fruizione dei siti”, recentemente adottate, che stanno complicando enormemente l’accesso in molte aree della regione siciliana, prevedendo l’automatica interdizione di tutte le aree (spiagge, boschi e aree naturali protette) in occasione di ogni allerta meteo idrogeologica anche gialla e in ogni giorno successivo ad una intensa  pioggia, inoltre –continua Palmeri –  ho fatto diverse proposte apprezzate e condivise dall’ente gestore, come l’installazione di sistemi di videosorveglianza ed un maggiore controllo nei punti di accesso nei giorni più a rischio”.

Sempre nella giornata di ieri altri due importanti incontri, il primo all’azienda Calcestruzzi Ericina Libera Soc, Coop. , azienda confiscata alla mafia ed autogestita oggi dagli stessi operai. La Calcestruzzi  oggi si occupa della produzione e vendita di aggregati riciclati e naturali per l’edilizia e l’ingegneria civile.

Il secondo incontro è stato presso l’azienda SARCO Srl, azienda che si occupa della frantumazione del vetro e dell’alluminio, proveniente dalla raccolta rifiuti differenziati, e alla distribuzione della materia lavorata alle aziende produttrici di vetro.

“Ho iniziato a fare un giro della Sicilia – continua  Palmeri – per prendere piena conoscenza di alcune realtà produttive che ad oggi recuperano materia per realizzare nuovi prodotti, il motivo di questa mia visita è legato alla circostanza che da un lato riprende il cammino nell’ assemblea regionale siciliana della legge sui rifiuti, dall’altro inizierà il cammino della mia proposta di legge in materia di economia circolare. La visita serve per meglio comprendere quale percorso fare per favorire il passaggio a forniture di materia prima per aziende che non vogliono essere strozzate da una globalizzazione selvaggia e senza regole.  In particolare la nuova direttiva 851 del 2018,  pone la sua attenzione sugli sfabbricidi,  sappiamo che bisognerà rigenerare le città e questo comporterà, demolizioni di facciate,  di ciò che è brutto e senza alcun valore,  ma comporterà la necessità riutilizzare al meglio il materiale da demolizione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.