Ance Catania, infrastrutture in Sicilia: “Basta con le polemiche, continuiamo a lavorare così”

288


«La Sicilia ha dimostrato di avere imprese di costruzioni capaci e dobbiamo esserne tutti orgogliosi, sperando che questa sia la chiave per una svolta». Queste le parole del presidente Ance Catania Giuseppe Piana dopo l’inaugurazione dello svincolo per Rosolini sull’autostrada Siracusa-Gela, realizzato da un’impresa della città etnea.

L’opera segue quella di qualche giorno fa del viadotto Himera (anche questa portata a compimento da una realtà catanese): «Adesso mettiamo da parte le polemiche e pensiamo a costruire per potenziare le nostre infrastrutture – prosegue Piana – risolvendo le tante difficoltà, le lentezze e le complessità burocratiche che affliggono la nostra Regione. Pensiamo alle opere realizzate e a quelle da realizzare; alle manutenzioni e alla messa in sicurezza di quelle già esistenti».

L’appello del presidente di Ance Catania mira a distogliere l’attenzione dalle polemiche e proseguire il lavoro sinergico con l’Amministrazione Regionale: «In questo momento difficile, soprattutto dopo il lockdown, bisogna dare un segnale forte – commenta Piana – Ognuno deve fare la propria parte: da chi ha l’obbligo istituzionale e deve spendersi affinché le opere vengano realizzate e non bloccate; a chi lavora sul campo, ovvero le imprese».

«Lasciamo lavorare chi si adopera per ottenere grandi obiettivi – prosegue Piana – chi si impegna per non rallentare e crede che la Sicilia meriti un futuro migliore. È il momento di spingere sull’acceleratore per colmare il ritardo con le altre regioni. In quest’ottica è innegabile l’impegno profuso dall’assessore alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Siciliana Marco Falcone e dal viceministro Giancarlo Cancelleri»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.