Marsala, lavoratori del Comune attendono l’aggiornamento del contratto. Interviene la CISL

151

Minacciano lo stato di agitazione i lavoratori in servizio presso il  Comune di Marsala a cui non è ancora stato ratificato l’accordo di contrattazione inerente il contratto decentrato di Ente, stipulato con le organizzazioni sindacali nel 2019.

A renderlo noto è la segreteria Territoriale Palermo -Trapani della CISL che evidenzia come il mancato pagamento del salario accessorio arretrato e di quello maturato nel 2020 rappresenti un danno economico per i lavoratori.

Per la CISL, le inadempienze riguarderebbero inoltre l’aggiornamento delle tariffe del salario accessorio, la progressione orizzontale indetta per l’anno 2019 e la mancata adozione delle nuove clausole regolamentari previste nel CCNL 2016/2018.

In una apposita nota stampa, la CISL fa sapere che “persistendo lo stato attuale di grave inadempienza contrattuale che vede i lavoratori chiamati a prestare il proprio lavoro senza un corrispettivo e senza l’applicazione delle regole previste nel nuovo contratto decentrato, valuterà con il proprio ufficio legale le azioni opportune per il riconoscimento del comportamento antisindacale perpetrato dal l Comune di Marsala nei confronti di questa organizzazione sindacale e dei lavoratori”.

La stessa organizzazione sindacale infine rende noto che qualora la situazione non cambi, “dichiarerà lo stato di agitazione del personale e perseguirà la condotta antisindacale nelle sedi opportune”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.