A Marsala panificatori aperti il 16 agosto. Sulla chiusura nei festivi la CIFA chiede maggiori controlli

210

I panificatori marsalesi rimarranno chiusi nella giornata di sabato 15 agosto ma saranno aperti invece il giorno successivo, domenica 16 agosto.  Ciò nel rispetto del decreto n. 335 del 05/03/2018 che disciplina la materia della panificazione in  Sicilia e che non prevede infatti la possibilità di chiusura delle attivià di panificazione per due giorni consecutivi. I panificatori stessi lo hanno comunicato al Sindaco della città e alla rispettiva clientela.

Sul tema della chiusura domenicale e nei festivi, è intervenuta anche la C.I.F.A. Trapani che chiede il rispetto del recente Decreto Regionale n. 1396 In particolare, la Confederazione italiana Federazioni Autonome si rivolge ai Sindaci affinch<è garantiscano la relativa vigilanza.

“I Sindaci che hanno firmato l’ordinanza che prevede, grazie al recente Decreto Assessoriale n.1396, la chiusura, dal 9 agosto e fino al prossimo 30 settembre, delle attività di panificazione nelle giornate di domenica e nei festivi, si adoperino, attraverso relativi controlli della Polizia Municipale, affinché sia rispettata la stessa ordinanza” – ha dichiarato Gaspare Ingargiola, Segretario Provinciale di CIFA Italia alla quale è confederata l’Associazione provinciale “I Fornarini” rappresentativa nel territorio delle attività di panificazione. 

“Le sanzioni previste dal D.A. 842 del 30 maggio 2018, a firma dell’Assessore regionale Girolamo Turano, di recente modificato grazie all’interlocuzione con CIFA Trapani –ha ricordato l’Avv. Filippo Inzirillo, Dirigente Sindacale Provinciale CIFA Area Legale Amministrativa e Civile – prevede, all’art 2,  per chi non osserva il divieto di panificazione la sanzione di € 133,33 con il sequestro del pane; in caso di recidiva è in potere del Sindaco disporre la chiusura dell’attività per un periodo fino a sette giorni.  Analoga sanzione è prevista per chi non rende noto l’orario e giorni di apertura dell’attività di panificazione”.

“Auspichiamo -ha sottolineato Francesco Alagna, Presidente dell’Associazione “I Fornarini”- che i Sindaci della Provincia che non lo hanno già fatto a firmare al più presto un’ordinanza comunale che garantisca il riposo settimanale dell’intera categoria e il sacrosanto diritto dei panificatori, al pari di altre categorie produttive, di godersi la famiglia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.