Immigrazione,il C.E.P. al Ministro La Morgese ed a Musumeci: ” è un’ordinanza elettorale che fa ridere i polli”

Il Comitato Etico Popolare replica al Ministro La Morgese ed a Musumeci :  “Quella di Musumeci è un’ordinanza elettorale che fa ridere i polli con data di scadenza il 10 settembre, il che significa che quando l’ordinanza entra a regime tra comunicazioni alle prefetture ed esecuzione è già scaduta”; sostiene Cipriano Presidente del Comitato Etico Popolare. ” avremmo potuto capire se ci fosse stata un’immediata eseguibilità e se le tempistiche fossero state date a tempo indeterminato o per lo meno in tempi ragionevoli a dimostrare più polso duro”, continua Cipriano, che poi afferma : “siamo disgustati da questi comportamenti da  chi come Musumeci,  viene mosso e guidato da un Pinocchiaro come Salvini che in periodo elettorale rivendica addirittura come l’ordinanza sia stata eseguita su suggerimento della Lega che mai si è sentita finora; una Lega che a questa punto merita tutta la condanna per questa presa in giro verso il Popolo Siciliano che si ritrova un blocco, un fuori tutti i clandestini solo fino al 10 settembre . E’ questo che voleva la Lega ? Una ordinanza  a tempo per poi dall’11 settembre dare il tana libera tutti, svuotando gli hot spot, facendo girare liberi ancor meglio i clandestini ? E questo, vero ? Già c’è lo immaginiamo…, liberate e svuotate gli hotspot dove nella maggioranza dei casi, da quello che si sente dai media vi sono clandestini positivi al covid . Ma che tragitto faranno i clandestini quando li sposterete, con cosa li sposterete, con quali mezzi… e nessuno ha pensato che nei posti e nei tragitti dove verranno spostati, c’è il rischio di diffondere il virus, laddove ci siano clandestini che l’abbiano contratto. Ma che gioco fanno la Lega e Musumeci ? Vogliono chiudere gli hotspost, svuotare la Sicilia dei clandestini, bene … ma una ordinanza a tempo solo per il periodo elettorale, per dare fumo negli occhi è inammissibile. Le ordinanza si fanno bene e con il pugno duro, sopratutto  spiegando bene al Ministro dell’Interno  La Morgese  che le cose per nulla funzionano come dice Lei,  in Sicilia per nulla esiste competenza dello Stato Italiano, in Sicilia comanda il Presidente della Regione Siciliana, premesso che tiri fuori gli attributi sul serio, senza fare accattonaggio elettorale con provvedimenti elettorali.  Il Ministro La Morgese comanda in Italia, nelle regioni senza statuto autonomo, la Sicilia è Regione a statuto autonomo, si rilegga bene lo Statuto della Regione Siciliana, se non lo fa provvederemo noi e recapitargliene una copia e se prosegue nella sua intolleranza e nella sua disapplicazione, provvederemo ad ulteriore denuncia di parte.  Musumeci ha il comando delle Forze di Polizia, di pubblica sicurezza, può rimuovere dirigenti e può liberamente fare ordinanze in modo più ampio, lega permettendo visto che sui clandestini a quanto pare veste due facce, qua al sud veste con Salvini la faccia del Pinocchiaro, ed a quanto pare se l’ordinanza come dice Salvini la suggerita la lega, gliela suggerita male, ovvero a tempo. Vorremmo dirvi che fate ridere i polli, ma vi diciamo che ci state facendo veramente arrabbiare. Per cui ve lo ripetiamo per l’ennesima volta : o vi date una mossa ad applicare lo statuto siciliano, senza scassare i cabbasisi, con gli articoli che vi abbiamo più volte citati, oppure questa volta la nostra furia  davanti a nessun limite si fermerà . Le risposte del Ministro sono insensate, già nei giorni scorsi siamo noi che abbiamo fatto partire e ci siamo fatti promotori della denuncia  ad alcuni Ministri: tra cui La Morgese, Speranza, il Presidente del Consiglio ed altri…  giammai ci fermeremo davanti e porteremo avanti l’asticella della lotta innalzandola con tenacia.  Ed il Sig. Ministro può stare sicuro che ci muoveremo di conseguenza se umilierà e ridicolizzerà ancora la Sicilia, nessuna intolleranza  sarà più ammissibile, se ne faccia una ragione”. Saluti Etici il Presidente del Comitato Etico Popolare, Antonio Cipriano .