Via Istria, senza manutenzione il campetto di calcio. Accardi (UDC): “Tante le promesse del sindaco, nessuna realizzata”

Recinzione disfatta, assenza di illuminazione e, in generale, un’esigenza di maggiore cura contraddistinguono oggi  il piccolo campo di calcio situato tra le case popolari di Via Istria.

Il piccolo campo di cui vi raccontiamo oggi, realizzato alcuni anni fa, versa oggi in uno stato di degrado. Ne abbiamo parlato con Michele Accardi che, nel periodo in cui fu consigliere comunale, si era interessato  del ripristino della struttura e della sua messa in sicurezza .

La struttura consiste in un’area recintata, differente dal noto campo “Gaspare Umile” il cui progetto di recupero ha richiesto invece un investimento di circa 700mila euro in buona parte derivanti da fondi comunitari.

Il piccolo campo di cui vi raccontiamo oggi è stato realizzato non molti anni fa ma versa già in uno stato di degrado. Ne abbiamo parlato con Michele Accardi che, nel periodo in cui fu consigliere comunale, si era interessato  alla sua realizzazione.

“Ritrovo il campo di Via Istria come l’ho lasciato 5 anni fa” – dice Accardi che lamenta la scarsità di interventi per la manutenzione del campetto, dal verde pubblico alla disinfestazione dell’area.

“Nel 2007 – racconta Accardi –  mi sono impegnato per capire chi era il proprietario del terrenoo. Siamo risaliti all’Istituto Autonomo Casa Popolari. Allora sono riuscito a far stanziare le somme necessarie alla realizzazione del campetto di calcio.  L’ho fatto soprattutto pensando ai giovani di questa zona affinché avessero un posto dove poter giocare e divertirsi”.

Ma nel tempo, evidenzia ancora Accardi, il campetto di Via Istria è stato trascurato.

“Cinque anni fa l’attuale Sindaco e i suoi assessori sono venuti qui ad annunciare il loro interessamento per quest’area. Hanno fatto promesse al territorio assicurando che questo campo sarebbe stato migliorato con l’aggiunta anche dell’erba sintetica. Oggi lo trovo invece in stato di degrado. Qualcuno potrebbe farsi male con la recinzione rotta”.

Da qualche tempo mancherebbe anche l’illuminazione: “Sono stato chiamato da diversi abitanti della zona – racconta Accardi –  che mi hanno segnalato l’assenza di illuminazione ormai da mesi. Dal Comune mi hanno assicurato che sarebbe stato sistemato subito. Ringrazio quindi sia i cittadini che lo hanno segnalato che i tecnici del Comune che si sono messi a disposizione”.

Nei pressi del campetto purtroppo sono stati abbandonati anche dei rifiuti. “Capisco che non è sempre colpa dell’amministrazione. In questo i cittadini hanno la loro parte di responsabilità – aggiunge Accardi – ma questa vista è penosa, non si può lasciare tutto così”.