Partinico, Figuccia: “Rischio ecatombe scolastica per l’assenza di collegamenti”

Il parlamentare dell’Udc convoca un tavolo tecnico all’Ars

Se come preannunziato a mezzo di una nota dello scorso 31 luglio l’azienda di trasporto Sassadoro dovesse definitivamente stoppare il servizio di trasporto per centinaia di ragazzi che da Balestrate e Trappeto si spostano verso gli istituti scolastici di Partinico, vi saranno conseguenze drammatiche – a dirlo è Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – desta forte preoccupazione che l’ipotesi paventata si realizzi causando su tutti, fenomeni di dispersione scolastica già a partire dall’ormai imminente anno scolastico. Se infatti i dirigenti scolastici coinvolti si sono ampiamente adoperati con ingenti sforzi umani ed economici per ragguagliare le istituzioni scolastiche partinicesi alle normative anti-Covid, adesso – osserva il parlamentare – il rischio di una nuova beffa è già dietro l’angolo con il potenziale crollo delle iscrizioni e dunque di classi e cattedre che in quel caso resterebbero vacanti. Le istituzioni regionali devono assolutamente prevenire la possibilità che simili fenomeni possano verificarsi garantendo il diritto allo studio. Ed è per questo motivo che oltre ad aver presentato negli scorsi giorni un’interrogazione all’assessore per i trasporti, ho deciso già per la prossima settimana di convocare all’Ars i sindaci di Partinico, Balestrate e Trappeto e congiuntamente ad essi i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi di secondo grado che insistono sul territorio di Partinico, col fine di individuare soluzioni operative ed efficaci volte a scongiurare – conclude – quella che potrebbe rivelarsi una clamorosa ecatombe scolastica”