Ripulita l’area della Necropoli di Santa Flavia

209

Un importante intervento di ripulitura dalle erbacce, di ripristino e fruibilità degli scavi archeologici della necropoli di Santa Flavia è stato effettuato in questi giorni a seguito dell’impulso fornito dall’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà, che i primi di agosto ha nominato Stefano Zangara come nuovo Direttore del Parco.

La necropoli di Solunto, che i corredi hanno permesso di datare tra il VI e il III sec. a.C., si trova in località Campofranco, nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Flavia. Le sepolture maggiormente attestate sono del tipo a camera con cella ipogeica chiusa da un lastrone ed accessibile attraverso una rampa di tre o quattro gradini. Completata anche l’attività di pulizia e decespugliamento della cosiddetta cripta, un insieme di tombe poco distante che si trova nella Piazza della Stazione.