Sit-in Rinascente Palermo, Figuccia (Udc): “il sindaco Orlando faccia l’arbitro”

163

 Primo giorno di sciopero per i circa 300 dipendenti della Rinascente di Palermo, l’ultimo gigante commerciale di via Roma che rischia ora di chiudere. Presente il parlamentare dell’Udc Vincenzo Figuccia che ha dichiara: “faccio un appello all’Amministrazione comunale, al Sindaco e alla sua giunta, individuati quale arbitro nella diatriba tra i vertici Rinascente e la proprietà, ad esercitare il proprio ruolo evitando che un nuovo ed ennesimo relitto soggiaccia in una via sempre più cimiteriale. L’immobile, infatti, senza la licenza posseduta da Rinascente si svuoterebbe di significato, lasciando nel degrado urbano questa parte significativa della città. Si individui un canone congruo agli attuali indici di mercato, evitando ogni forma di speculazione. Non possiamo più attendere – conclude – e più di noi questi padri e madri di famiglia che adesso vogliono solo certezze”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.