Tasse non pagate, a Mazara prosecuzione di indagini per 14 consiglieri

14 consiglieri comunali di Mazara del Vallo sarebbero destinatari di un’informativa di prosecuzione di indagini.

La vicenda aveva avuto origine un anno fa da una segnalazione del consigliere comunale della Lega Giorgio Randazzo  che aveva denunciato delle irregolarità nelle dichiarazioni che i consiglieri comunali sottoscrivono all’atto dell’insediamento in Consiglio comunale.  

La legge stabilisce infatti che gli amministratori comunali morosi dei tributi dovuti al Comune amministrato non possono ricoprire l’incarico..

La questione sollevata da Randazzo coinvolse allora anche il Sindaco Quinci, che spiegò poi di essere in arretrato a causa di un errore di conteggi. Il Sindaco poi regolarizzò comunque la sua posizione.

La Procura della Repubblica di Marsala sta notificando invece la prosecuzione delle indagini ai 14 consiglieri comunali interessati.

La contestazione farebbe riferimento al reato di falsità ideologica in atto pubblico.