Agricoltura, dall’Ue 38,7 miliardi per sviluppo rurale, vino e olio. Caputo: “Opportunità straordinaria, attivare procedure”

176

“In un momento in cui l’agricoltura siciliana esce fuori da un gravissimo periodo di crisi derivante dal Covid 29, dalle alluvioni e dalla siccità, oltre che dalla forte concorrenza dei paesi extraeuropei e asiatici, dalla Comunità europea giunge un aiuto straordinario in termini di investimenti rurali ed aiuti alle filiere agricole e ai prodotti di qualità”. Così Salvino Caputo, responsabile del dipartimento regionale per le Attività produttive di Forza Italia, che ha chiesto all’assessore regionale alla Agricoltura Edy Bandiera di attivare subito le procedure per consentire l’utilizzo pieno di queste consistenti risorse europee.  

Fino al 2027, quasi 38 miliardi di euro verranno destinati al comparto Agricoltura. Una parte importante verrà destinata a quella siciliana. In particolare, oltre agli interventi per lo sviluppo rurale sono previsti finanziamenti per i vini (2,3 miliardi) e 242 milioni per il settore dell’olio. Oltre a somme per la commercializzazione e promozione. “È evidente – ha continuato Salvino Caputo – che queste somme assieme ai finanziamenti che eroga la Regione possono rappresentare una importantissima opportunità per il rilancio della nostra agricoltura, per altro in un momento in cui dai giovani giungono sempre più richieste per avviare imprese agricole nel settore biologico. Ho appreso – ha evidenziato Caputo – che gli uffici dell’assessorato all’Agricoltura si sono subito attivati per utilizzare a pieno queste importanti risorse. Credo sia indispensabile un immediato monitoraggio della domanda da parte del comparto agricolo per individuare i settori che più di altri necessitino di questi fondi. Una forte boccata di ossigeno per i settori di qualità come il vitivinicolo e l’oleario, oltre che per l’agricoltura biologica. Ho chiesto al dipartimento nazionale per le Attività produttive di Forza Italia di costituire un coordinamento in tutta Italia per creare un osservatorio per l’agricoltura”, ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.