Castelvetrano. I sacchetti trasparenti per la raccolta differenziata violano la privacy?

731

Mercoledì scorso (16 settembre 2020, ndr.) si è svolta una seduta del Consiglio Comunale di Castelvetrano, nella quale all’inizio di seduta il consigliere Stuppia ha preannunciato le dimissioni da consigliere comunale.
Dopo la pausa pranzo, il consigliere Ignazio Maltese a titolo personale ha fatto un duro attacco all’amministrazione comunale, soffermandosi sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani e con molto fervore ha chiesto le dimissioni del Sindaco e dell’ assessore al ramo Cappadonna.
Nel corso dello svolgimento dei Consiglio la consigliera Rossana Ditta, capogruppo del Gruppo indipendente, ha chiesto ed ottenuto la parola.
Nel suo intervento che pubblichiamo integralmente la consigliera evidenzia il malessere e l’insofferenza avvertita da parte di molti consiglieri comunali per l’assenza di progettualità da parte dell’amministrazione, evidenziando che sia le annunciate dimissioni del consigliere Stuppia che l’intervento del consigliere Maltese, sarebbero causate a suo avviso dalla presunta incapacità di amministrare.

La consigliera ha posto anche la questione se i sacchetti trasparenti per la differenziata, indicati ai cittadini dall’ordinanza del sindaco, costituiscano potenziale lesione della privacy. Così pare esprimersi il Garante.

Nella mattinata di oggi infine, il Consigliere Giuseppe Curiale, ritenendo concluso il percorso politico condiviso con i colleghi consiglieri, ha annunciato le proprie dimissioni dal Gruppo consiliare “Obiettivo Città” per transitare contestualmente al Gruppo Misto.

Giovanni Nastasi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.