Palermo,Mercurio Festival: oggi andrà in scena “Mattia e il nonno”, spettacolo per bambini e adulti, vincitore dell’Eolo Award 2020

185

Sabato 26 settembre alle ore 21:15 sul sul Palco Franco andrà in scena Mattia e il nonno, spettacolo per bambini e adulti, vincitore dell’Eolo Award 2020.

Tonio De Nitto, invitato al Mercurio Festival dalla compagnia Carullo-Minasi, adatta in forma teatrale il piccolo capolavoro omonimo di Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della letteratura per l’infanzia. In scena Ippolito Chiarello per un monologo prodotto da Factory compagnia transadriatica e Fondazione Sipario Toscana.

In una lunga e inaspettata passeggiata, che ha la dimensione forse di un sogno, nonno e nipote si preparano al distacco, a guardare il mondo, a scoprire luoghi misteriosi agli occhi di un bambino, costellati di incontri magici e piccole avventure pescate tra i ricordi per scoprire, alla fine, che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e soprattutto non smettere mai di cercare. In questo delicato passaggio di consegne il nonno insegna a Mattia, giocando con lui, a capire le regole che governano l’animo umano e come si può fare a rimanere vivi nel cuore di chi si ama. Una tenerezza infinita è alla base di questo straordinario racconto scritto con dolcezza e grande onirismo. Un lavoro che ci insegna con gli occhi innocenti di un bambino e la saggezza di un nonno a vivere la perdita come trasformazione e a comprendere il ciclo della vita.

È un farmaco questo racconto, uno di quelli che noi adulti, avremmo dovuto avere la fortuna di conoscere da piccoli per imparare a recepire la separazione come questo cammino tra nonno e nipote che somiglia a un viaggio che non fa più paura.

L’ingresso è a pagamento e limitato a un numero di settanta spettatori con acquisto biglietto al linkhttps://www.spaziofranco.com/events/mattia-e-il-nonno

Nella stessa giornata, alle ore 19:30 allo Spazio Ducrot,si terrà un happening dell’artista visivo Gianluca Concialdi invitato da Andrea Masu, il cui lavoro indaga attraverso l’utilizzo di oggetti/sculture funzionali le possibilità dell’esperienza dello spettatore come dimensione di autodeterminazione del proprio momento e/o del futuro.

Concialdi, classe 1981, è noto per la sperimentazione nella pittura astratta e una ricerca dell’effetto contemplativo: Ho deciso di realizzare queste cucine partendo dal principio di non o anti contemplativo nellarte o nel mio lavoro. Ho sempre dipinto delle carte offrendo allo spettatore una sola faccia di queste, questo per sottolineare la potenza del pensiero dello spettatore allinterno di una esibizione.dichiara l’artista Il lavoro prende forma non solo nel luogo espositivo ma anche nella mente di chi ne fa esperienza, per aumentare questo effetto ho realizzato dei laboratori mobili, dei luoghi cucina, dove lo spettatore o chiunque sia nei paraggi possa esperire la dimensione dellautodeterminazione del proprio momento e o del futuro. Lincertezza non è più immaginata ma diventa un peso concreto allinterno delle vite di chiunque”.

La performance si svolgerà all’aperto e non è necessaria la prenotazione.

Prenotazioni e acquisto biglietti online su www.spaziofranco.com

Programma dettagliato: “dossier Mercurio Festival pdf”

Info mercuriofestival@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.