Palermo: oggi va in scena “L’anno della mosca” del cantastorie e narratore iracheno Yousif Latif Jaralla

Prosegue per tutta la settimana nella chiesa dello Spasimo, la rassegna di teatro Parola a Palermo, co-organizzata dal Teatro Biondo e dall’Assessorato alle CulturE del Comune: 27 spettacoli di artisti palermitani e produzioni di piccoli teatri indipendenti con prime pensate appositamente per la rassegna in programma fino al 18 ottobre.

Il prossimo appuntamento di Parola a Palermo è oggi, giovedì 1 ottobre alle 18.30, con lo spettacolo L’anno della mosca del cantastorie e narratore iracheno Yousif Latif Jaralla. Parole e musica raccontano una maternità che sa amare e combattere. L’anno della mosca narra la storia di una donna separata con i suoi tre figli; il più piccolo è colpito dal tracoma, malattia che infestò gran parte della popolazione di Baghdad all’inizio degli anni 60. Yousif Latif Jaralla rievoca la storia dimenticata di una pandemia, che oggi ritorna drammaticamente attuale, per parlare del coraggio di una madre che ha saputo trasformare le sue ferite.

La rassegna proseguirà venerdì 2 ottobre, alle 18.30, con Un magico compleanno di e con Emilio Ajovalasit, spettacolo di clownerie per bambini e famiglie, ricco di divertenti sketch insieme a Mister Mu, un Charlie Chaplin illusionista che inscena, imprevisti compresi, un compleanno solitario trasformandolo in una grande festa in cui gli invitati sono gli spettatori. A seguire, alle 21.00, lo spettacolo Giullari di e con Dario Ferrari e Nina Lombardino, cronistoria teatrale dei giullari e degli attori di strada, con i repertori di cantastorie e girovaghi di tutto il mondo e della tradizione siciliana.

Due, ancora, gli appuntamenti del weekend: sabato 3 ottobre alle 18.30 con lo spettacolo Miracolo in chorus, scritto e diretto da Giuseppe Massa, con la compagnia Sutta Scupa e domenica 4 ottobre, alle 18.30, con Note dall’inferno. L’inferno di Dante in jazz con Gigi Borruso, la musica originale di Fabio Lannino (basso, chitarra elettrica) e Diego Spitaleri al pianoforte. Borruso interpreta alcuni canti dell’Inferno di Dante, insieme a un ensemble teatrale e musicale, ripercorrendo il viaggio più famoso della letteratura e i suoi personaggi, da Minosse a Francesca da Rimini.

Miracolo in chorus indaga la disumanizzazione della società, mettendo in scena la storia di due fratelli alle prese con la sepoltura del corpo di un migrante. Accanto a Paolo Di Piazza e Marco Leone, fa da coro un gruppo multietnico composto da otto donne africane e palermitane: Leslie Assie, Giada Baiamonte, Ilenia Di Simone, Fatoumatta Drammeh, Joy Erobar, Valeria Sara Lo Bue, Ylenia Modica e Memory Mutanuka. Lo spettacolo si inserisce nel percorso di ricerca che la compagnia porta avanti da tempo sui temi della migrazione, dei cambiamenti della società e dell’essere umano che si trasforma. Una riflessione anche su Palermo e la Sicilia e sulla loro identità.

L’ingresso agli spettacoli è libero fino ad esaurimento posti. È necessario presentare all’ingresso il modulo “Registrazione spettatori” e, se richiesto, il modulo “Dichiarazione convivenza abituale”, scaricabili dal sito del teatro (www.teatrobiondo.it). I moduli devono essere preventivamente scaricati dal sito del Teatro Biondo e compilati. Non è garantito l’ingresso a chi non presenti i moduli preventivamente compilati, e comunque oltre la capienza massima consentita dallo spazio e dalle norme di contenimento della diffusione del Covid-19. È obbligatorio l’uso della mascherina di protezione.

La rassegna Parola a Palermo proseguirà fino a domenica 18 ottobre secondo il seguente calendario:

InCoscienza di e con Valerio Strati, regia di Sandro Dieli

Martedì 6 ottobre, ore 18.30

Le sorelle N. di Riccardo Rizzo, con Cinzia Maccagnano, Maria Chiara Pellitteri, Noemi Scaffidi, Aurora Miriam Scala e Silvia Trigona

Mercoledì 7 ottobre, ore 18.30

Deposito bagagli, testo e regia di Sabrina Petyx, con Serena Barone, Alessio Barone, Delia Calò e Salvatore Galati

Giovedì 8 ottobre, ore 18.30

C’era una volta Astolfino, drammaturgia di Salvino Calatabiano, con Vito Bartucca (narratore) e Salvino Calatabiano (burattinaio). Compagnia Teatro degli Spiriti, produzione Piccolo Teatro Patafisico

Venerdì 9 ottobre, ore 18.30 – spettacolo per bambini

Opium, radiodramma di Domenico Mezzatesta con Gianni Gebbia e Calogero Scalici

Venerdì 9 ottobre, ore 21.00

Addabbanna, la forma del viaggio, testo, regia e coreografia di Patrizia Veneziano Broccia, con Domenico Bravo, Viviana Lombardo e Chiara Salamone

Sabato 10 ottobre, ore 18.30

Palermitani a modo nostro di e con Paride Benassai, con Alessandra Salerno, Marcello Mandreucci e Dario Sulis

Sabato 10 ottobre, ore 21.00

Storia di una capinera di Giovanni Verga, riduzione teatrale di Rosario Minardi, regia di Valentina Ferrante e Micaela De Grandi, con Giovanna Criscuolo, Micaela De Grandi, Valentina Ferrante, Federico Fiorenza e Massimiliano Geraci

Domenica 11 ottobre, ore 18.30

Non riconosco allo specchio, testo e regia di Gianfranco Perriera, con Roberto Burgio e Mauro Greco (violoncello)

Martedì 13 ottobre, ore 18.30

Il Cantico dei Cantici, di Salomone, tradotto da Guido Ceronetti, regia di Antonio Raffaele Addamo, con Danila Laguardia, Antonio Raffaele Addamo, Laura Geraci, Francesco Prestigiacomo (polistrumentista)

Martedì 13 ottobre, ore 21

Volano angeli nello smog, liberamente ispirato ai testi di Italo Calvino, Monty Python e Karl Valentin, adattamento drammaturgico di Isabella Luna Sciortino, con Roberto Mulia, Isabella Luna Sciortino, Salvatore Ventura e Gabriella Zito

Mercoledì 14 ottobre, ore 18.30 – spettacolo per bambini e adulti

Negba. Poema degli atomi. Poeti mistici del Mediterraneo, letture di Virginia Alba, musiche di Alejandra Bertolino Garcia, Silvio Natoli, Antonio Puztu e Salvo Compagno

Mercoledì 14 ottobre, ore 21

Jehanne X, testo e regia di Paolo Pintabona, con Roberta Giordano

Giovedì 15 ottobre, ore 18.30

Mafia: singolare femminile, di Cetta Brancato e Marzia Sabella, regia di Enrico Stassi, con Stefania Blandeburgo, Maria Teresa Coraci, Giuditta Perriera e Francesca Picciurro

Giovedì 15 ottobre, ore 21

Un corpo da favola, drammaturgia di Costantino Buttitta e Adriano Di Carlo, con Valter Sarzi Sartori, Martina Consolo, Adriano Di Carlo e Francesco G.A. Raffele

Venerdì 16 ottobre, ore 18.30

La fiaba urbana di Oblìo De Serto di e con Matteo Francomano, con Barbara Scandariato e il live painting di Martina Murdaca

Venerdì 16 ottobre, ore 21.00

Una regina di e con Stefania Ventura e Gisella Vitrano

Sabato 17 ottobre, ore 18.30 – spettacolo per bambini

Un mondo raro. Vita e incanto di Chavela Vargas di e con Fabrizio Cammarata e Antonio Di Martino, regia di Giuseppe Provinzano, con le voci di Filippo Luna, Chiara Muscato, Giuseppe Provinzano e Gisella Vitrano

Sabato 17 ottobre, ore 21

Le parole di Rita, regia di Valeria Patera, con Maria ed Ester Cucinotti (racconto teatrale)

Domenica 18 ottobre, ore 18.30

Cialoma. Etnotesti di cielo, di mare, di terra e di sale di e con Laura Mollica, musiche di Giuseppe Greco

Domenica 18 ottobre, ore 21.00