Candidato Sindaco Castiglione: appello finale agli elettori

Care elettrici, cari elettori,
il 4 e 5 ottobre  saremo chiamati tutti a esprimere una scelta sul
governo della città per i prossimi cinque anni.
Come certamente saprete, si sono allineati ai nastri di partenza della
campagna elettorale 3 diversi schieramenti, che esprimono tre diverse
visioni di Campobello, ma soprattutto tre differenti proposte per il
futuro del nostro paese.
A differenza di qualcuno che ha impostato la propria campagna elettorale
esclusivamente su stereotipi, su una retorica priva di contenuti e,
soprattutto, su vili attacchi, io invece mi sento fortemente legato a
Campobello e sono fermamente convinto che la nostra comunità, in questi
anni, abbia intrapreso un importante percorso di crescita
socio-culturale.
Un percorso che ha avuto anche una significativa valenza morale e che
non si deve arrestare, continuando a camminare parallelamente rispetto a
quella contestuale crescita del territorio dal punto di vista
dell’economia e dello sviluppo sostenibile, che sarà possibile solo
attraverso la progettualità politico-amministrativa.
Non stiamo parlando, infatti,  di demagogia, bensì di programmazione.
Quella programmazione che a Campobello mancava da anni e che ora, per la
prima volta, grazie alla fondamentale azione amministrativa svolta nel
corso di quest’ultima legislatura, la nostra città ha l’occasione di
realizzare. Ma per farlo serve continuità.
Il prossimo quinquennio sarà, dunque, molto importante ed incisivo per
il nostro territorio: sarà infatti quello che, nell’immediato, ci
condurrà all’approvazione definitiva della variante al piano regolatore
generale e all’implementazione di diversi progetti che porteranno alla
riqualificazione ambientale del tratto costiero che si estende da Tre
Fontane e Torretta Granitola. Saranno, inoltre, gli anni in cui potremo
raccogliere i frutti delle diverse iniziative che abbiamo messo in campo
per la valorizzazione del sito archeologico delle Cave di Cusa, ma anche
gli anni in cui potremo essere protagonisti di una nuova primavera
culturale, che si sprigionerà grazie alle tante iniziative che abbiamo
intenzione di promuovere all’interno del nuovo cine-teatro Olimpia
“Gregorio Mangiagli”, che abbiamo inaugurato a febbraio e che
rappresenterà il cuore pulsante e l’emblema di quella  rinascita che
abbiamo tanto auspicato per Campobello.
La rinascita di Campobello è partita, dunque, dalla cultura, perché la
cultura può creare sviluppo, quando produce autentiche e concrete
relazioni tra le persone e sul territorio, ma soprattutto perché la
cultura rappresenta quell’elemento imprescindibile per il progresso
civico e per l’affermazione della legalità.
Con questo auspicio e con la consapevolezza che ci attendono nuove
grandi sfide, in quanto anche se tanto è stato fatto, tanto ancora c’è
da fare, desidero formulare un solo, caloroso, invito: esprimete una
scelta consapevole, basata sulla valutazione dell’attività svolta e dei
programmi presentati. Non lasciatevi irretire da suggestioni e da facili
tentazioni populiste e qualunquiste.
Ѐ mia intenzione, in questa occasione, anche chiedere il voto per i
candidati della LISTA CIVICA “DEMOCRAZIA E LIBERTA’, che rappresentano
le migliori risorse dei settori economici,  professionali e culturali
della nostra città e che hanno deciso di appoggiare la mia candidatura a
SINDACO di CAMPOBELLO DI MAZARA.
Mi preme, pertanto, invitare tutti a dare un segno, un contributo per
continuare a costruire insieme il futuro di Campobello, andando a votare
per me e per i candidati della lista sopra citata, non dando credito a
chi, con sterili critiche, vuole vanificare le scelte coraggiose che, in
qualità di Sindaco, ho saputo assumere senza timore e solo ed
esclusivamente per il bene del paese. Scelte che sono tangibili e
verificabili!
Desidero, infine, concludere questo appello ringraziando ancora una
volta tutte le donne e gli uomini che hanno deciso di candidarsi a
queste elezioni e che al termine della corsa, sono certo, si riterranno
soddisfatti, quale che sia il risultato raggiunto.
“CONTINUIAMO INSIEME A COSTRUIRE IL FUTURO DI CAMPOBELLO”