Ersu-Banca Sant’Angelo: già oltre 600 richieste da studenti universitari per il bonus YAP

Ad appena un mese e mezzo dal suo lancio, 
riscuote già grande successo l’iniziativa di Banca popolare 
Sant’Angelo di offrire, per l’anno accademico 2020/2021, 5mila codici 
promozionali con voucher da 20 euro ciascuno per l’attivazione 
gratuita della carta digitale “YAP” di Nexi Payments. Scopo 
dell’iniziativa è quello di aiutare gli studenti universitari 
assistiti dall’Ersu Palermo ad affrontare meglio i disagi cui vanno 
incontro con la ripresa delle attività didattiche in tempo di 
pandemia. Nel periodo compreso fra il 16 agosto e il 30 settembre 
scorsi sono già pervenute alla Banca tramite l’Ersu oltre 600 
richieste di attivazione dei codici.
In un periodo di grande impegno per incentivare i pagamenti 
“cashless”, la carta “YAP” è ideale per i giovani: è una prepagata 
digitale con Iban che, attraverso l’attivazione direttamente dal 
proprio smartphone in pochi minuti, offre uno strumento innovativo per 
la ricezione e l’invio di bonifici, per i pagamenti digitali e per lo 
scambio di denaro fra possessori della stessa carta. L’offerta della 
Sant’Angelo va incontro alle esigenze dei giovani beneficiari di 
servizi e borse di studio dell’Ersu Palermo e iscritti all’Università 
degli studi di Palermo, all’Università Lumsa di Palermo; alle 
Accademie di Belle Arti di Palermo, “Kandinskij” di Trapani, “Abadir” 
di San Martino delle Scale e “Michelangelo” di Agrigento; e ai 
Conservatori di musica “Scarlatti” di Palermo, “Scontrino” di Trapani 
e “Toscanini” di Ribera.
“L’Ersu con questa iniziativa si apre al territorio e al suo tessuto 
economico – commenta Giuseppe Di Miceli, presidente dell’Ersu Palermo 
– con l’intento di creare nuove opportunità che si aggiungono ai 
servizi e ai benefici già offerti agli studenti assistiti in termini 
di borse di studio, residenzialità e servizi di ristorazione. 
Iniziative come questa vanno, quindi, nella direzione di offrire 
maggiori opportunità agli studenti di università, accademie e 
conservatori“.
“Questi risultati – spiega Ines Curella, A.d della Banca popolare 
Sant’Angelo – dimostrano che abbiamo avuto una giusta intuizione: 
‘YAP’ è uno strumento innovativo, versatile e molto adatto a dare 
risposte immediate alle particolari esigenze dei giovani studenti. 
Ecco perché abbiamo deciso di proporre questo strumento anche al mondo 
delle associazioni di imprese: vogliamo offrire le stesse opportunità 
ai figli dei dipendenti delle aziende siciliane, anche loro impegnati 
nella quotidianità scolastica ad affrontare disagi e a cercare 
soluzioni per le esigenze più impellenti. A breve chiuderemo i primi 
accordi”.