Marsala. Il sindaco Grillo interviene su emergenza COVID, casa dell’acqua e pista ciclopedonale: “Basta con le logiche strumentali”

439

L’emergenza covid, la casa dell’acqua e la pista ciclopedonale sono gli argomenti su cui interviene il sindaco di Marsala. “E ciò – afferma Massimo Grillo – alla luce delle richieste di chiarimenti in merito, ma anche delle rivendicazioni a mezzo social promosse per alimentare le tifoserie, spesso ignare di come stiano realmente le cose”.

Sul fronte Covid, il sindaco Grillo ha coinvolto tutti i sindaci della provincia per fronteggiare l’emergenza “con un nuovo metodo, non in maniera campanilistica ma unitariamente, tenuto conto che occorrono 200 posti letto nel trapanese. A tal fine, ho chiesto ed ottenuto la convocazione della Conferenza dei sindaci, cui parteciperà anche l’assessore regionale Razza. Mi auguro che a quel tavolo si faccia fronte comune su un problema gravissimo che non ammette divisioni. Ad oggi siamo riusciti ad ottenere l’operatività del Pronto Soccorso dell’Ospedale Paolo Borsellino, dove verranno mantenuti altri reparti, incluso il punto nascite. Una situazione ben diversa rispetto al periodo del lockdown, quando la struttura fu interamente convertita in Covid Hospital”. E sempre in tema di emergenza sanitaria, l’Amministrazione comunale è anche impegnata a coordinare un’azione di controllo sul territorio. Aggiunge il sindaco Grillo: “Nel rinnovare l’appello alla cittadinanza a seguire le regole che tutti ormai conosciamo – indossare la mascherina, tenera la distanza di sicurezza e igienizzare le mani – promuoveremo una compagna di comunicazione per invitare tutti a scaricare l’App Immuni. Contestualmente, contrasteremo gli irresponsabili facendo affidamento sulla collaborazione di cittadini, scuole, operatori economici ed ovviamente delle Forze dell’Ordine. A breve incontreremo titolari di wine bar, pub, ristoranti, luoghi di ritrovo serale, ecc. per trovare assieme soluzioni ed evitare così disagi per lunghi periodi a tutta la comunità marsalese”.

Strettamente collegata con l’emergenza covid è la casa dell’acqua di Piazza Del Popolo, il cui servizio è attualmente sospeso. Afferma il sindaco Massimo Grillo: “Dobbiamo rispettare le norme governative, ma anche le indicazioni che giungono dall’Istituto Superiore di Sanità. L’autorevole Organo istituzionale, da mesi invita a sospendere l’erogazione dell’acqua da queste casette. Lo ha fatto emanando il Rapporto 10, in cui si capisce che i rischi superano i benefici del servizio. E allora – conclude il sindaco – se in tutta Italia si chiudono le case dell’acqua, a Marsala l’apriamo ?”.

Ultimo argomento su cui interviene il sindaco Massimo Grillo riguarda la pista ciclopedonale lungo lo Stagnone. “In relazione a questo progetto, sono allo studio soluzioni idonee a conciliare al meglio sicurezza ed efficienza della viabilità. I lavori continuano come da programma. Nessuno li ha mai fermati né intende farlo, e francamente dispiace il sensazionalismo spicciolo con cui alcuni si ostinano a discutere il tema. A mio modo di vedere, è doverosa la ricerca – che avrebbe dovuto essere fatta in via preliminare e quindi prima della presentazione del progetto – di percorsi alternativi di collegamento con la Strada Provinciale che evitino ai residenti di dover percorrere quotidianamente diversi chilometri in più. Probabilmente la fretta di avviare i lavori in piena campagna elettorale è stata tale da spingere la vecchia amministrazione a trascurare gli aspetti di viabilità complessiva che potrebbero rendere l’opera ancora più funzionale”.

In pratica, per il sindaco Grillo la pista ciclopedonale lungo lo Stagnone è un progetto che va avanti e che, nondimeno, richiede un approfondimento in tema di viabilità complessiva del versante lagunare in cui verrà realizzata. “In più – aggiunge il sindaco Grillo – le precedenti Amministrazioni erano a conoscenza di uno studio preliminare che, se fosse stato tenuto nelle dovuta considerazione, avrebbe consentito di allargare la pista verso la parte demaniale. Ciò avrebbe permesso la convivenza della stessa pista con il doppio senso di circolazione ma, purtroppo, non è stato fatto, probabilmente perché avrebbe richiesto più tempo. A questo punto, a lavori iniziati, ciò che questa amministrazione può fare è apportare migliorie che, non alterando il progetto, permettano di giungere ad un esito che sia il migliore possibile. Nessuna confusione, nessuna pressione quindi per il cambio dei sensi di marcia che si sono succeduti e che si avvicenderanno. Sono dettati dall’esigenza di continuare i lavori. Dispiace prendere atto che nel periodo invernale, purtroppo, saremo costretti a mantenere il senso unico”.

Il sindaco Grillo continua affermando che “Il confronto e l’approfondimento su ogni tematica cruciale per la città sarà il metodo che seguiremo. E sarà così anche per l’altra pista ciclabile programmata sul versante sud, perchè è impensabile scaricare interamente il traffico dalla Florio ai Lidi e viceversa sulla via Vecchia Mazara, il cui pessimo stato è noto a tutti. In definitiva – conclude il sindaco Grillo – come sostenuto dagli uffici comunali che si occupano della mobilità urbana, nell’uno e nell’altro caso i problemi di sicurezza e di fluidità della circolazione non sono cosa di poco conto. Occorre affrontarli preliminarmente e seriamente per trovare soluzioni”.

Il sindaco Massimo Grillo conclude affermando: “La campagna elettorale è finita ed è il tempo di mettere al centro dell’interesse la città e per la quale ho già cominciato a lavorare. Spero di ricevere una mano d’aiuto da parte di tutti perchè il metodo è quello della concertazione e della collegialità. Ecco, inauguriamo questa nuova fase polito-amministrativa per il bene della nostra comunità”.